Le criticità di Ceneda sotto la lente del consiglio di Quartiere: “I soldi per piazza Meschio vengano dirottati sul rifacimento di Piazza Giovanni Paolo I”

Fa discutere il verbale del consiglio di quartiere di Ceneda, quello dello scorso 22 gennaio,  articolato in una serie di punti e richieste all’amministrazione sui temi principali del quartiere, ai quali lo stesso sindaco Antonio Miatto ha voluto rispondere, insieme all’assessore ai Lavori Pubblici Bruno Fasan.

E il presidente Massimo Santonastaso ha portato a conoscenza dell’esito dell’incontro i consiglieri, e il tutto sarà al centro del dibattito nel corso del prossimo consiglio di quartiere.

Sul doppio senso dall’incrocio dei Frati fino allo sbocco di via Gandin e Via Ceneri in Via Lioni ad esempio il sindaco si è mostrato interessato e ne parlerà con i suoi Assessori e tecnici, mentre non è intenzione dell’amministrazione rifare l’esperimento del doppio senso fino all’ex cinema “Impero”. Ma decideranno in Giunta.

Sotto esame di interventi anche la percorribilità dei sentieri San Fris-Perdonanze: alcuni ad esempio sono stati chiusi a bici e pedoni, perché i proprietari affermano che passano bici veloci con rischi di incidenti, che inoltre rovinano il percorso. E qui si entra in un ambito giuridico sul fatto delle chiusure.

La modifica della segnaletica con l’installazione di fasce e birilli di plastica sulla corsia pedonale di Via Foscolo ha trovato molte critiche: su questo punto Miatto ha chiarito che la modifica viabilistica è stata suggerita dalla Polizia Locale e dalla Direzione Scolastica perché garantirebbe una migliore salvaguardia degli scolari.

Sui temi importanti dei progetti del Luzzatti e della Villa Papadopoli, ancora molte perplessità: secondo il sindaco per il Luzzatti deciderà il nuovo Consiglio di Amministrazione.

Per villa Papadopoli l’Amministrazione sta preparando un filmato e un dossier aventi finalità pubblicitarie dell’immobile, che verrà messo sul mercato. E si riparlerà di piazza Giovanni Paolo I, il cui vernissage doveva essere avviato nel 2017: i soldi stanziati sono stati utilizzati per sistemare piazza Meschio.

Il quartiere rivorrebbe per sua piazza la cifra incassata dal Comune di 580mila euro. Ma non è così automatico. Tecnici e Giunta studieranno se sarà possibile procedere nel senso suggerito dal Quartiere.  

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it


Total
4
Shares
Articoli correlati