Oggi l’ultimo saluto a Renato Frare, morto a 71 anni: fu segretario e collaboratore del calcio Vittorio

Sono stati in molti oggi venerdì gli amici e conoscenti, soprattutto del mondo del calcio locale, che hanno voluto accompagnare nell’ultimo viaggio Renato Frare, che a soli 71 anni è mancato improvvisamente martedì scorso, dopo alcuni giorni di ricovero per problemi cardiocircolatori. La cerimonia funebre si è svolta a partire dalle 15.30 nella Cattedrale di Ceneda.

Frare era davvero un’istituzione del calcio locale. Proprio il calcio era la sua grande passione che lo ha portato a calcare i campi locali prima da giocatore, quindi da dirigente e collaboratore in diverse società sportive della zona, da Fregona a Vittorio Veneto, da Mareno di Piave fino al ritorno a Vittorio Veneto, dove dopo la pensione si era tenuto l’incarico di magazziniere del Calcio Vittorio Falmec SM Colle.

Proprio nella società rossoblù viene ricordato con grande affetto e la sua scomparsa ha provocato grande dolore, perché preciso e serio nell’espletamento dei suoi compiti e sempre presente al campo per preparare in tutte le occasioni le divise di gioco della squadre, per le quali ovviamente faceva anche gran tifo, pronto al commento o alla critica costruttiva, sempre con toni gentili e schietti nello stesso tempo.

Renato Frare, che risiedeva nel quartiere di Ceneda, ha lasciato nel dolore la moglie Elisa, i figli Andrea e Adriano, le nipoti, la sorella Liliana e gli altri parenti.

(Foto: per gentile concessione della famiglia).
#Qdpnews.it

Total
47
Shares
Articoli correlati