Rally, il giovane pilota Mattia Zanin all’esame di Sanremo extralarge: “Voglio ben figurare, Fotia un punto di riferimento per me”

Ci fosse anche il pubblico sarebbe una specie di “Woodstock” dei motori.

Una marea d’iscritti al 68° Rallye Sanremo e atmosfera frizzante che si carica di umori con lo scorrere del conto alla rovescia.

“Siamo davvero onorati di partecipare a questa sfida e non vediamo l’ora arrivi il momento della partenza. Ringrazio gli sponsor, la mia famiglia e la scuderia Vimotorsport per la splendida opportunità”.

Così il giovane pilota Mattia Zanin coglie l’attimo e avverte la bellezza di un contesto unico, appena assaggiato lo scorso ottobre quando il Sanremo fu annullato a causa del maltempo.

Assieme al navigatore Fabio Pizzol cercherà di ben figurare nella Classe R1 che comprende ben 25 equipaggi in lizza, al volante della Renault Clio Rally5 preparata da Lorenzon Racing.

L’ultimo test pregara ci ha dato fiducia – spiega Mattia – perché pensiamo di aver migliorato il feeling con la vettura. Ma ogni sensazione positiva andrà valutata all’esame con gli avversari e il cronometro“.

“Per quanto mi riguarda, – ammette il giovane – sarei contento anche di un semplice piazzamento, ma con distacco ragionevole dai primi. Ho ancora tanto da imparare ed è importante verificare se sono sulla strada giusta. Punto di riferimento per tutti in R1 sarà il francese Anthony Fotia, visto in azione ad Alba l’anno scorso quando ha mostrato talento da classifica assoluta”.

Sabato prossimo il Sanremo entrerà nel vivo con la ps 1 “Bajardo” di 2 km con start del primo concorrente alle ore 17. Domenica in programma due passaggi sulle prove di “San Bartolomeo” (11,97), “Colle d’Oggia” (7,89) e “Vignai” (14.23), uno nel finale su “Cesio-Carpasio” (20,75).

(Foto: Vimotorsport).
#Qdpnews.it

Articoli correlati