Treviso-Vittorio Veneto, nuovo presidente per la Fondazione Piccolo Rifugio, nominato dal nuovo consiglio Luigi Casagrande, il suo vice sarà Dino Mulotto

È Luigi Casagrande il nuovo presidente dell’altrettanto nuovo consiglio d’amministrazione della Fondazione Piccolo Rifugio, l’Ente che gestisce i Piccoli Rifugi di Ferentino, Ponte della Priula, San Donà di Piave, Verona, Vittorio Veneto e la Domus Lucis di Trieste, case e famiglie per donne e uomini con disabilità.

Con lui i componenti del Consiglio sono Carlo Barosco, Gianfranco Cereser, Silvia Fazzari e Dino Mulotto (nella foto), quest’ultimo fino a qualche anno fa responsabile del Piccolo Rifugio di Vittorio Veneto, e che ora assumerà la carica di vicepresidente del CdA.

Garantire il futuro dell’opera e mantenere vivo il carisma di Lucia Schiavinato: questi i compiti affidati al nuovo Consiglio dal Vescovo di Treviso Mons. Michele Tomasi che ha nominato i cinque componenti con un suo decreto del 31 maggio, e visti i nominativi presentati dalla presidente dell’Istituto Secolare “Volontarie della Carità” Teresa D’Oria.

I Piccoli Rifugi e la Domus Lucis sono casa e famiglia per donne e uomini con disabilità, dove le persone disabili possono trovare accoglienza, attenzione, assistenza e valorizzazione.

Oggi offrono accoglienza residenziale, appartamenti per l’autonomia e servizi diurni, anche in forma sperimentale, assistenza riabilitativa residenziale e semiresidenziale a oltre 170 persone con disabilità.

Luigi Casagrande era già consigliere delegato nel precedente mandato mentre anche il  vicepresidente  Dino Mulotto era consigliere uscente. Segretaria è stata confermata Donatella Finotto.

Il decreto di nomina è stato accompagnato da un messaggio, rivolto al Consiglio di amministrazione della Fondazione ed all’Istituto secolare Volontarie della Carità, con il quale il vescovo Tomasi ha spiegato che è suo intento garantire la continuità nell’amministrazione della Fondazione in questo periodo di nuove sfide, dalla Riforma del terzo settore fino alle conseguenze della pandemia, per assicurare anche per il futuro l’opera meritoria da un punto di vista umano e cristiano dei Piccoli Rifugi.

Con questo nuovo Consiglio di amministrazione termina dopo oltre 20 anni l’impegno come presidente della Fondazione Piccolo Rifugio del sandonatese Carlo Barosco, al quale la Fondazione ha rivolto un sentito ringraziamento, insieme a quello espresso da mons. Tomasi nella sua lettera.

(Foto: Facebook ).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati