Vittorio Veneto, cordoglio alpino per la morte di Sante Da Re per 45 anni segretario del gruppo di San Giacomo e del Coro Ana

È ancora lutto tra le penne nere vittoriesi, nel coro Ana e nel gruppo di San Giacomo di Veglia: è morto questa notte in ospedale a Conegliano all’età di 76 anni e dopo una lunga malattia Sante Da Re.

Sebbene conosciuto amichevolmente con i soprannomi goliardici che gli avevano affibbiato gli alpini “Sante postin” o “al marinaio”, Da Re era diventato in pratica per il suo impegno davvero un alpino “ad honorem”.

Prima segretario in sezione con l’allora presidente Giulio Salvadoretti, poi dal 1974 (e nonostante il servizio militare in Marina che lo angustiava, unico in una famiglia di alpini) artefice della ricostruzione del gruppo Alpini di San Giacomo, Da Re era un vero personaggio in città e nel quartiere di San Giacomo di Veglia.

Lo conoscevano tutti perché per decenni è stato il portalettere del paese fino alla pensione, nonché attivo segretario fino al 2019 del Coro Ana e del Gruppo alpini di San Giacomo dove era l’organizzatore principe di manifestazioni, gite, anniversari.

“Una perdita per gli alpini, anche se da poco più di un anno aveva ridotto l’impegno indefesso a causa della malattia per le attività del gruppo – lo ricorda il capogruppo Antonio Netto – A lui dobbiamo davvero una riconoscenza particolare perché per 45 anni ha curato la segreteria e fatto lievitare le adesioni nel nostro gruppo. È stato un vero trascinatore non solo per gli alpini, memorabili erano anche le gite che riusciva ogni anno a organizzare con la classe 1944. Mancherà molto ai coscritti vittoriesi e di San Giacomo”.

Non è ancora stata decisa la data del funerale da parte del famigliari: in particolare la morte di Sante “postin”, ha lasciato nel dolore la moglie Antonia, già provata anche alcuni anni fa dalla scomparsa improvvisa dell’unica figlia, il cognato don Mario Fabbro, e tutti quanti lo conoscevano.

 

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: ).
#Qdpnews.it

Articoli correlati