Vittorio Veneto e Tarzo in lutto per la morte di Renato “Neno” Faraon, gelataio in Germania per 40 anni

Cordoglio a Vittorio Veneto e nella comunità di Tarzo per la prematura scomparsa di Renato Faraon, detto “Neno”, 64 anni, deceduto domenica scorsa all’ospedale di Conegliano dopo breve malattia. Era molto conosciuto nella Città della Vittoria, dove risiedeva nel quartiere di Meschio, e in tutta la Vallata per la sua attività professionale  e per la sua spiccata socialità. 

Nativo di Reseretta di Tarzo, si era trasferito molto giovane in Germania e qui ha svolto con grande passione e competenza il mestiere di gelataio per quarant’anni, prima come apprendista e successivamente come imprenditore titolare di un rinomato esercizio nella città di Dorpen, in Bassa Sassonia. 

Molto stimato dai suoi clienti tedeschi, aveva sempre mantenuto profondi legami con la terra di origine, dove rientrava per far visita ai familiari e coltivare le sue numerose amicizie, fino alla meritata pensione e al rientro definitivo in Italia avvenuto pochi anni fa.

Significativa la sua costante partecipazione alla Fiera del Gelato artigianale di Longarone, dove era sempre presente e dimostrava il suo genuino talento e il suo amore al mestiere di tutta una vita.

“Neno” Faraon era grande appassionato di calcio: da giovane aveva giocato nella squadra di Tarzo ed era super tifoso del Milan, come hanno voluto evidenziare gli stessi familiari pubblicando nell’epigrafe il simbolo della società rossonera.

Era appassionato collezionista di auto tedesche: in particolare, era proprietario di un modello di “Maggiolone” che non esitava a prestare a parenti e amici nell’occasione di feste e ricorrenze. Era anche un cultore dello spiedo e della cucina tipica tradizionale di Alta Marca. 

Il gelataio viene ricordato con affetto e commozione dagli amici vittoriesi di via Caprera, verso i quali era sempre disponibile con preziosi consigli e aiuti concreti, così come con tutti i familiari.

“Ci mancherai Lottatore. Sì, perché eri un vero e proprio lottatore: nella vita, nella malattia, nella carriera”: così hanno scritto nel saluto finale annunciando con dolore la scomparsa del loro congiunto la figlia Giada, le sorelle Vittorina, Rosanna, Luciana, Nadia e Barbara, i cognati, i nipoti e i parenti tutti. 

I funerali di Renato “Neno” Faraon si svolgeranno mercoledì 28 aprile alle 15.30 nella Cattedrale di Ceneda a Vittorio Veneto, dove martedì 27 aprile alle 18 sarà recitato il rosario. La salma verrà tumulata nel cimitero di Tarzo. 

(Foto: per concessione della famiglia).
#Qdpnews.it

Total
31
Shares
Articoli correlati