Vittorio Veneto, il Comune rinnova all’Ater di Treviso la gestione dei suoi alloggi di edilizia residenziale pubblica. “Entro fine anno assegnati 14 appartamenti”

Quattordici alloggi di proprietà comunale saranno assegnati ad altrettante famiglie o single in difficoltà entro la fine di quest’anno.

Boccata d’ossigeno per l’edilizia residenziale pubblica a Vittorio Veneto. “Da anni – testimonia l’assessore al sociale Antonella Caldart – il Comune, per il tramite dell’Ater di Treviso a cui è affidata la gestione degli alloggi di proprietà comunale, non assegnava un così elevato numero di appartamenti. Questo ci consentirà di dare una risposta ai primi in graduatoria. Si tratta di alloggi di varie dimensioni”.

Il Comune di Vittorio Veneto possiede 46 alloggi suddivisi in 13 palazzine. Quattordici sono quelli che, liberi e sistemati, potranno essere a breve assegnati. Due si trovano in via Giardino 120 a Carpesica, uno in via Graziani 10 a Ceneda, uno in via del Pretorio 20, sempre a Ceneda, un altro in via Piai 6 e uno in piazza Flaminio 21, entrambi a Serravalle. E poi ci sono gli otto appartamenti della palazzina di via Da Ponte che era stata completamente ristrutturata dal Comune pochi anni fa: ora gli alloggi, concluso l’iter burocratico per l’abitabilità, possono essere assegnati (uno solo è già abitato perché di proprietà di terzi). Gli altri 32 sono tutti occupati, alcuni versano in buono stato di conservazione, per altri è definito mediocre.

Il Comune di Vittorio Veneto ha rinnovato all’Ater la gestione per i prossimi cinque anni dei suoi immobili di edilizia residenziale pubblica, riconoscendo all’Ater quale compenso il 30% dei canoni con un minimo mensile di 32 euro per alloggio.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
43
Shares
Articoli correlati