Zanin che sfortuna, vittoria sfuggita per 0’’7. Splendida cavalcata al Rally di Alba con la Renault Clio Rally 5 dietro a Nicelli

Voleva vincere e ci è mancato pochissimo, l’inezia di 0’’7 dietro a Davide Nicelli dopo 105 km cronometrati, meno di venti metri in un’estenuante corsa in linea.

Il Rally di Alba 2021 “delizia e croce” per Mattia Zanin, che stavolta in R1 e Clio Trophy aveva proprio il passo giusto per stare davanti a tutti con la Renault Clio Rally 5 preparata da Lorenzon Racing, ritrovando Fabio Pizzol alle note.

Subito il più veloce allo shake down e poi a razzo nelle prove con il miglior tempo su 7 delle 9 speciali (una ex aequo con il rivale) e quell’unica, fatale sbavatura nella ps 5, la seconda di Igliano-Paroldo.

“Sono arrivato lungo in un tratto sporco, ci siamo girati e non entrava più la retromarcia. – spiega – Ho dovuto provare diverse procedure per riazionare il cambio. Poi sono andato a tutta, ma abbiamo pagato comunque quasi 15 secondi di ritardo, passando secondi a 5’’4″.

Ho cercato di recuperare nello spazio rimanente, attentissimo a non sbagliare più nulla, però serviva più strada, – precisa – siamo arrivati a un passo e amen”.

Grande comunque la prova di carattere del driver Vimotorsport, che non si è disunito dopo l’errore, ripartendo con grinta e determinazione.

Il 39esimo posto assoluto su 186 auto al via della sfida Ciwrc è risultato di per sé gratificante e ora dovrà solo resettare la delusione prima di affrontare la gara di casa, quel Rally della Marca (9/10 luglio) che alla sua giovane età non ha ancora sperimentato.

(Foto: Actualfoto).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati