Il parroco don Massimo Lazzari lascia le parrocchie di Venegazzù e Volpago, al suo posto arriva don Federico Gumiero

A dieci anni esatti dal suo ingresso (23 ottobre 2011), il parroco di Volpago e Venegazzù don Massimo Lazzari, 51 anni, ha annunciato il congedo dalle sue comunità. Il saluto avverrà domenica 14 novembre e già la settimana successiva è previsto l’ingresso del nuovo pastore, don Federico Gumiero, 47 anni, dal 2016 alla guida della parrocchia di Frescada di Preganziol.

La notizia era già stata comunicata ufficialmente qualche giorno fa ai componenti dei rispettivi consigli di pastorale; che il cambio potesse avvenire quest’anno era già nei pensieri di molti, dato che la diocesi di Treviso si è orientata già da alcuni anni a mantenere questo orizzonte temporale per la presenza dei sacerdoti nelle parrocchie.

Questo è il testo del saluto diffuso nel bollettino parrocchiale già nelle Messe di sabato 23 ottobre: “Cari amici vi comunico che sono in spostamento e nel prossimo periodo lascerò la parrocchia, per la precisione il 14 di novembre. La decisione arriva da un convenire di situazioni e intuizioni. Innanzitutto la mia lettura su quanto in questi anni sto vivendo; a cui si è unita una proposta per un tempo di studio e formazione arrivatami da una persona che in questo ultimo periodo mi ha accompagnato; e per finire l’accoglienza da parte del vescovo di questa possibilità per me, cosa di cui lo ringrazio“.

“Si tratta concretamente di una esperienza di studio e formazione presso la Casa di spiritualità e formazione  a S. Severa (15 km a sud di Civitavecchia Roma). – precisa don Massimo – È nella casa di S. Severa che il Centro Aletti esprime la sua propensione alla formazione spirituale. La proposta mi è arrivata da p. Marko Rupnik, sacerdote gesuita, che guida ed è l’anima delle proposte spirituali, teologiche e artistiche del Centro Aletti”.

Il percorso fatto per arrivare a questa scelta mi trova sereno e via via confermato. Sono felice di questo tempo pieno (due lustri!) trascorso assieme. L’ho vissuto intensamente raccogliendo sempre tante provocazioni per la mia vita di uomo, di credente, di prete. Sono felice di aver visto tante persone crescere anche nella fede, di constatare che la comunione è cresciuta. – prosegue – Sono grato a tutti di quello che mi avete dato e avete condiviso in questo tempo. Qualcosa di più mi riservo di dirlo quando sarà tempo dell’ultimo saluto”.

“Qui a Volpago e Venegazzù non resterete orfani. Il vescovo si è preoccupato di trovare qualcuno che continui a camminare con voi da pastore e presbitero. – conclude – Si tratta di d. Federico Gumiero, originario di S. Dono di Zeminiana (confinante con Noale), classe 1974. È responsabile in diocesi del cammino dei catecumeni (dentro all’ufficio catechistico) e insegna teologia sacramentaria presso tutti gli istituti teologici della nostra diocesi. È stato parroco a Frescada (in comune di Preganziol) per 5 anni (cioè fino ad ora). Il suo ingresso è previsto per domenica 21 novembre”.

Prima di arrivare a Volpago e Venegazzù, don Lazzari, nativo di Spinea, era stato per cinque anni parroco a Peseggia, sempre in provincia di Venezia, nella parte che appartiene alla diocesi di Treviso.

(Foto: Parrocchia di Volpago del Montello).
#Qdpnews.it

Total
44
Shares
Articoli correlati