Conegliano, crisi in sede del consiglio comunale: la maggioranza si appoggia su 13 consiglieri

Doccia fredda per il sindaco Fabio Chies durante la convocazione del consiglio comunale giovedì scorso 21 novembre, quando è risultato evidente più che mai il clima di incertezza che permea la maggioranza. 

Il tutto è accaduto durante una regolare seduta di consiglio: nel momento in cui si è trattato di discutere l'approvazione di una variazione al bilancio, uno dietro l'altro una schiera di ben 9 consiglieri ha abbandonato l'aula, in segno di protesta, lasciando il consiglio ai minimi legali per procedere: 11 su 24, dato che altri due consiglieri erano assenti per motivi personali.

I consiglieri interessati erano della minoranza ma non solo, perchè si sono alzati anche Francesco Polo e Stefano Dugone dei Popolari, estromettendosi di fatto dalla maggioranza. 



La riunione quindi si è sciolta nello sgomento generale ed è stata riconvocata straordinariamente il giorno successivo, momento in cui si sono presentati gli stessi consiglieri rimasti in aula il giorno prima, ed è stata decisa la variazione di bilancio senza ulteriori sorprese, ma anche senza discussione alcuna.

Chiaro il commento da parte di alcuni consiglieri comunali riguardo una "crisi innegabile", dove sembra emergere che il sindaco Chies per troppo tempo abbia ignorato le richieste e le proposte di quei gruppi che non fanno parte della maggioranza, negando una collaborazione che dovrebbe stare alla base di un obiettivo comune, ovvero il benessere della città di Conegliano.

Allo stato attuale la maggioranza può appoggiarsi sul numero di consiglieri minimo a livello legale e sarà da decidere il da farsi per quanto riguarda i Popolari, che per legge potrebbero venire cacciati e sostituiti dal sindaco in carica. 

Ad ogni modo la risposta di Chies alla pugnalata ricevuta dai consiglieri è altrettanto limpida: "Dispiace vedere situazioni come queste, è giusto discutere anche in modo acceso, ma è altrettanto giusto votare in consiglio comunale. Chi non vuole stare in maggioranza passa all'opposizione".  


(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.