Conegliano, stamattina la cerimonia per il Giorno del ricordo: riunite scuole e associazioni con il Comune

Si è svolta nella mattinata di oggi, giovedì 13 febbraio, la cerimonia per il Giorno del ricordo a Conegliano, dal 2004 istituito nella giornata dell'11 febbraio. Una cerimonia molto partecipata, che ha visto il coinvolgimento, oltre a rappresentanti dell'amministrazione comunale, anche di associazioni e scolaresche e proprio a quest'ultime è stato dato il compito di preservare la memoria di queste oscure pagine di storia del Novecento.

Il ritrovo è avvenuto in tarda mattinata, di fronte al monumento dedicato ai profughi istriani, giuliano-dalmati di via Papa giovanni XXIII, di fronte al quale è stata posta una corona d'alloro.

IMG 20200213 WA0006
Presente, come ogni anno, anche Paolo Luxardo, il quale ha parlato in rappresentanza di tutti gli esuli i quali, tra il 1945 e il 1956, furono costretti a lasciare le proprie terre, per ritornare in Italia o, addirittura, cercare fortuna fino in Argentina e Australia.

Un dramma umano verificatosi anche nella tragedia delle foibe, gli eccidi che hanno coinvolto militari e civili durante il secondo conflitto mondiale e nell'immediato dopoguerra.

Questi naturali inghiottitoi carsici divennero luoghi di morte per migliaia di persone, vittime della furia storica di quegli anni. Ancora oggi non è possibile stabilire con certezza il numero di quanti vennero uccisi in quel frangente e già soltanto questa cosa è motivo di profonda riflessione.

L'appuntamento di oggi a Conegliano è stato frutto della collaborazione tra il Comune di Conegliano e l'Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

 

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Conegliano).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport