A Scomigo una Madonna “anti-covid” firmata da Gianni Da Re, maestro dei Piccoli Ceramisti

L'artista Gianni Da Re, maestro ceramista dell'associazione Piccoli Ceramisti di Scomigo, ha realizzato una statua della Madonna a tema “covid”, opera ora esposta nella frazione coneglianese a memoria del periodo drammatico vissuto dalle nostre comunità e protezione dalla pandemia ancora in corso in tutto il mondo.

L'opera rappresenta la Vergine mentre tiene nella mano sinistra una mascherina e nella destra un rosario, mentre con un dito indica il cielo e con un piede scende da un gradino.

“Ho realizzato l'opera all'apice dell'epidemia”, spiega Da Re, che da credente praticante ha voluto a suo modo chiedere un aiuto per la comunità in un momento drammatico. “Il piede che scende dallo scalino e il dito alzato significano che la Vergine ci viene incontro e ci porta l'aiuto divino”, prosegue il maestro ceramista.

La statua è stata accolta molto positivamente dal quartiere di San Pierin, dove è attualmente esposta in via provvisoria in un'edicola realizzata da Gianmarco Campo Dall'Orto. L'associazione dei Piccoli Ceramisti spiega che alla benedizione ha assistito un nutrito gruppo di persone, tutti rigorosamente nel rispetto del distanziamento sociale.

La benedizione è stata cerimoniata dall'attuale parroco di Ogliano e Scomigo Don Fulvio Silotto, e ha visto la presenza del precedente parroco, ora in pensione, Don Guerrino Pagotto. La cerimonia si è tenuta la sera del 30 maggio, ultimo giorno del mese mariano e quindi anche sera dell'ultimo rosario, recitato dai bambini del quartiere.

A rendere ulteriormente speciale l'occasione un'importante ricorrenza per Scomigo e per il quartiere dove si è svolta la celebrazione: il trentennale della ristrutturazione dell'oratorio di San Pietro ad opera degli alpini e del Comune di Conegliano.


(Fonte: Fabio Zanchetta © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport