Conegliano solidale, consegnato il ricavato dei cuori di Vaia all'Ulss3: "Continua la catena della solidarietà"

La solidarietà a Conegliano non si ferma: oggi, lunedì 29 giugno, l'associazione Conegliano In Cima, guidata da Patrizia Loberto, ha consegnato 8.800 euro all'Ulss3 Serenissima, nella sede dell'ospedale dell'Angelo di Mestre.

Si tratta del ricavato della vendita dei cuori di Vaia, simbolo dell'ultima edizione del Natale a Conegliano: circa 6 mila cuori ricavati dai "tronchetti della solidarietà", ovvero i tronchi della Val di Fiemme utilizzati come ornamento nel Natale 2018, dopo la tempesta Vaia abbattutasi sul bellunese.

Una catena di solidarietà, il cui ultimo anello è stata la donazione all'Ulss3, per dare sostegno a Venezia, dopo gli effetti dell'"acqua granda", l'eccezionale marea che lo scorso novembre aveva messo in ginocchio il capoluogo lagunare.

8c02c4ef cc6f 4ed3 b204 290c135cd134

Un gesto, quello della donazione, che avviene durante un altro periodo particolare, come ha osservato il direttore generale dell'Ulss3 Giuseppe Dal Ben, che ha aggiunto: "L'ospedale Santi Giovanni e Paolo di Venezia ha avuto qualche problema, quindi abbiamo vissuto momenti non semplici".

"Abbiamo avuto dei danni strutturali, ma è andata bene. - ha ribadito Dal Ben - Fa piacere che ci siano persone che si ricordano della sanità e ha un significato che la donazione arrivi in questo periodo di Coronavirus".

"Il cuore - ha concluso il direttore generale - sta a significare l'impegno e la vicinanza a chi ha vissuto momenti difficili. Un gesto che ci rende orgogliosi di avere una comunità al nostro fianco".

Una solidarietà della comunità coneglianese che è stata ribadita non solo da Patrizia Loberto, presidente di Conegliano In Cima, ma anche da Claudio Toppan, vicesindaco di Conegliano.

Presente alla donazione il consigliere regionale Alberto Villanova, oltre ad Andrea Andreani Impiombato dello studio Andreani e a Roberto Zambon di Vip tende, ideatori dell'iniziativa dei cuori di Vaia.

Una catena di solidarietà, quindi, che continua a funzionare, intervenendo dove ce n'è la necessità e che testimonia il supporto fornito da tutta la comunità.


(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport