Conegliano, agenti della Polizia di Stato aggrediti al Biscione: in cella 30enne coneglianese

Si trova ora nel carcere di Santa Bona a Treviso, in attesa dell'udienza di convalida del fermo, il 30enne coneglianese che, nel pomeriggio dello scorso giovedì 9 luglio, ha aggredito due agenti della Polizia di Stato, nell'area del Biscione a Conegliano.

Gli agenti stavano controllando i documenti di uno straniero, per inottemperanza del foglio di via obbligatorio dalla città, quando il 30enne, ad un certo punto, ha iniziato a prenderli di mira da dietro, con calci e pugni alla testa: si tratta di una figura purtroppo già nota alle Forze dell'Ordine per vari reati e con problematiche rilevate in passato.

kinesiostudio nuovo

Assuntore di sostanze stupefacenti, il coneglianese aveva commesso dei reati contro la persona o, comunque, era già stato autore di episodi di violenza.

Violenza che ha creato non poco scompiglio giovedì pomeriggio al Biscione, tanto che sono dovuti intervenire i Carabinieri, bloccando il 30enne tramite l'ausilio dello spray urticante.

Sul 30enne ora pendono i reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni, mentre nei prossimi giorni si terrà l'udienza di convalida del fermo.

Non è la prima volta che l'area del Biscione si mostra per la sua problematicità e la prossima settimana sarà uno dei temi su cui si concentrerà il tavolo sulla sicurezza, che riunirà amministrazione comunale e Forze dell'Ordine: un punto della situazione che riguarderà anche la zona di Corte delle Rose, dove lo scorso weekend erano state rinvenute tracce di sangue e pezzi di vetro (qui l'articolo).


(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport