Ancora critiche all'ex amministrazione Chies. Rebuli (Pd) all'attacco: "Incapacità di definire obiettivi"

A quasi un mese dalla caduta dell'amministrazione di Fabio Chies, le polemiche non si sono ancora sopite: stavolta, a tornare all'attacco è stato Italo Rebuli (nella foto) del Partito democratico, che ha ribadito l'incapacità dell'ex giunta di "definire obiettivi" e, quindi, "di porre le premesse per un'adeguata azione futura".

Risulta evidente, da quest'ultimo commento, come lo sguardo sia già rivolto alle prossime amministrative previste per la prossima primavera, salvo cambiamenti dettati dalla pandemia in corso.

Nel frattempo, Rebuli è tornato su temi come commercio, fondi agli esercenti, equilibri di maggioranza, con un sottile riferimento anche alle amministrazioni al governo negli ultimi vent'anni.

Sul tema del commercio e degli esercenti, Rebuli ha ribadito come grazie all'azione di quelli che ormai sono i 13 ex consiglieri contrari all'amministrazione Chies, il ristoro per i commercianti sia risultato "doppio rispetto a quello deciso e presentato dalla giunta Chies" e come tutto ciò sia da considerarsi "un intervento necessario per dare un aiuto anche a quelli che, con la prima delibera, sarebbero stati esclusi".

"Non c'è stato alcun ritardo nell'erogazione dei fondi, - ha spiegato Italo Rebuli - tanto è vero che ad oggi stanno ancora valutando l'attendibilità delle richieste del bonus".

La rottura interna alla maggioranza, inoltre, è un altro problema riportato alla luce da Rebuli, il quale ha contestato l'estromissione dai processi decisionali dell'amministrazione di alcuni consiglieri: un errore che sarebbe costato molto all'ex giunta Chies, secondo l'ex consigliere del Pd.

L'emarginazione, a detta di Rebuli, avrebbe riguardato "fin dall'inizio i più giovani (Polo e Dugone, magari anche i più dinamici) del gruppo degli eletti e alla fine anche i pezzi storici del loro organico (Miorin e Bottega)". "Questo la dice lunga su una gestione fallimentare del consenso elettorale a loro affidato", ha rincarato Rebuli.

"Sottaciamo, per il momento, le considerazioni sull'incapacità delle amministrazioni che hanno governato la città in questi ultimi vent'anni, di affrontare in maniera organica i problemi dello sviluppo della città, problemi che vediamo tutti i giorni. - ha concluso - Quest'ultima, pur cercando di porre delle toppe ad alcuni, ha dimostrato di non essere in grado di invertire la tendenza, tanto meno di porre le premesse per un'adeguata azione futura".


(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it  

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport