Cordignano, l'amministrazione garantisce tasse invariate per la comunità durante il 2020

Imu, Tasi e addizionale comunale resteranno invariate per il 2020: il Comune di Cordignano continuerà ad erogare i servizi secondo gli attuali gli standard di qualità.

È quanto emerge dalla lettura del bilancio di previsione triennale, 2020-2022, approvato con il solo voto della maggioranza, nella recente seduta del consiglio comunale.

Un bilancio di previsione che per il corrente anno prevede un pareggio fra entrate ed uscite di 8 milioni 969 mila euro, e un milione e mezzo circa in conto capitale, cioè per gli investimenti.

L’opera pubblica che si intende realizzare entro l’anno e che richiederà il più grosso impegno economico sarà la nuova scuola di Villa di Villa, per una spesa prevista di circa un milione di euro.

"Abbiamo approvato il bilancio di previsione triennale - ha commentato l’assessore competente, Roberto Campana - entro i termini previsti dalla legislazione. Per il 2020 non ci saranno modifiche alle aliquote e alle tariffe dei servizi. Il costo a carico dei cittadini sarà lo stesso degli anni precedenti. Imu, Tasi, addizionale comunale resteranno invariate".

"Questo - spiega - nonostante l’aumento dei costi per le spese correnti. Faccio un esempio. C’è stato il rinnovo nazionale dei contratti per i dipendenti pubblici che ha comportato un aumento dei loro stipendi, poi ci sono anche altre voci. Per far fronte a questo lievitare della spesa corrente si effettuerà una ancora maggiore oculatezza nella gestione delle medesime. Inoltre contiamo di incassare maggiori proventi dal taglio dei boschi, secondo quanto prevede il piano decennale".

Quali sono gli investimenti nel 2020?

"Sarà l’anno del completamento della nuova scuola di Villa di Villa. L’obiettivo verrà raggiunto successivamente all’approvazione del progetto definitivo. Quest’ultimo, una volta approvato dalla giunta, sarà presentato alla popolazione in una pubblica assemblea".

Nella serata del 7 gennaio la giunta guidata dal sindaco Alessandro Biz ha analizzato il progetto. Non lo ha approvato perché sono necessari altri approfondimenti su alcuni aspetti. Il progetto definitivo dovrà passare il vaglio anche del consiglio comunale.

"Una seconda opera pubblica che intendiamo realizzare - ha proseguito Roberto Campagna - è la riqualificazione della piazza di Ponte della Muda, con una rivisitazione dei parcheggi, senza diminuire i posti per la sosta dei mezzi, con il miglioramento dell’arredo urbano. L’opera verrà a costare sui 150 mila euro, ai quali contiamo di far fronte con l’avanzo di amministrazione derivante dalla gestione economica dell’ente locale nell’anno precedente. Per il completamento della scuola di Villa di Villa la previsione di spesa si aggira sul milione di euro, previsto in bilancio, a cui contiamo di far fronte con la contrazione di un mutuo. Inoltre sono previsti degli interventi di manutenzione viaria: ad esempio verrà collocato un impianto semaforico all’incrocio di via Trento con la strada provinciale di via Pasubio, con un contributo della Provincia di Treviso. Un intervento che segue quelli più recenti con il nuovo marciapiede in via Pasubio e la nuova asfaltatura dell’arteria comunale".

"L’amministrazione comunale - specifica - continuerà a mantenere alta l’attenzione per le fasce più deboli e per i servizi alle persone, dalle mense scolastiche ai servizi domiciliari".

Come assessore allo sport, Campagna conclude: "Continueremo a mantenere i buoni rapporti instaurati con le varie società e associazioni sportive. Fra gli impegni per il corrente anno in bilancio abbiamo previsto per il bocciodromo un adeguamento alle normative in materia di sicurezza".



(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: Archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport