Cordignano, parte l'operazione scuola pulita per insegnare i valori di rispetto civico e dell'ambiente

Dal dire al fare! I ragazzi della scuola secondaria di primo grado di Cordignano, nella mattinata di giovedì 13 febbraio, hanno vissuto uno spazio che potremo definire “scuola pulita”.

"Si è trattato di un momento educativo - ha spiegato il referente del plesso, Giuseppe Greco - per aiutarli a interiorizzare il valore del rispetto dei locali, degli spazi esterni, dell’ambiente in generale, nei quali trascorrono tante ore delle loro giornate. Sono stati invitati, per un breve momento, a tenere in modo decoroso le aule e la zona verde che circonda l’edificio scolastico, facendo attenzione al corretto modo di conferire i rifiuti, rispettando gli insegnamenti ricevuti nello smaltimento della differenziata. Questo in linea anche con quanto proposto dall’assessorato all’ecologia-ambiente del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Cordignano (Ccr)".

Giova ricordare che la referente del Ccr, Simona Catanese si è impegnata per il concorso “la classe più pulita”, da eleggere circa ogni due mesi con la collaborazione delle collaboratrici scolastiche.

L’attenzione al tema ecologico alla media di Cordignano è comprovata anche dalla partecipazione ai progetti didattici pianificati con la Savno, identificati dai titoli “Alla scoperta del sostenibile”, “Il ruolo ecologico delle api”, “Le energie rinnovabili”, “Laboratorio di Tinkering”, seguiti dal professor Mauro Sonego.

PHOTO 2020 02 13 16 45 05
Di pari passo gli esperti della Savno stanno svolgendo un parallelo percorso alla media di Orsago, per l’interessamento del professor Alfonso Miele, primo collaboratore del dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Ippolito Nievo, Luigi Sinibaldi. Da ricordare che proprio la media di Orsago lo scorso anno è stata premiata al concorso “Ricreiamo Ricreiamo”.

"C’è un’attenzione diffusa nell’istituto comprensivo", ha sottolineato Miele. Infatti, da quest’anno in tutti i plessi di Cordignano e di Orsago verrà raccolto l’olio esausto di uso domestico, sempre per l’iniziativa Savno “Dona l’olio, dona un tesoro”.

Poi si provvede alla raccolta delle cartucce esauste dei fotocopiatori e delle stampanti, smaltite attraverso una ditta specializzata. Alla media di Cordignano, inoltre, si raccolgono anche le pile esauste, i tappi di sughero, i tappi di plastica. Questi ultimi a favore delle attività della Fondazione Fiorot di San Fior.

C’è poi un ulteriore elemento green che caratterizza i ragazzi e le ragazze della scuola secondaria di primo grado di Cordignano. Oltre un quarto dei 200 frequentanti, utilizzano quotidianamente la bicicletta come mezzo di trasporto, nei tragitti di casa-scuola, scuola-casa. E questo accade ogni giorno anche durante i mesi più freddi.


(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport