Cordignano, all'Istituto comprensivo "continuano" le lezioni: compiti online per gli studenti

Mentre a Roma la ministra alla pubblica istruzione, Lucia Azzolini, si sta organizzando per avviare la didattica a distanza rivolta agli studenti che in questi giorni sono a casa da scuola, a Cordignano l’Istituto Comprensivo si mobilita per far giungere ai suoi allievi compiti e attività, invitandoli a mantenersi in esercizio.

Il dirigente scolastico, Luigi Sinibaldi, ha chiesto ai docenti delle scuole secondarie di primo grado di Cordignano e Orsago di caricare sul registro elettronico nella sezione dei compiti, alcune letture o esercizi relativi alle varie discipline, da svolgere nei giorni di giovedì, venerdì e sabato.

Mentre per le scuole primarie di Cordignano, Villa di Villa, Pinidello e Orsago, ha raccomandato agli insegnanti di contattare i rappresentati di classe per far arrivare, attraverso di loro, eventuali compiti rivolti ai ragazzi. Sono i rappresentanti a mantenere i contatti con tutti i genitori, generalmente via WhatsApp, e-mail o telefonicamente.

Se infatti i primi tre giorni di questa settimana erano programmati, secondo il calendario scolastico regionale, come vacanze di carnevale, negli altri tre si sarebbero dovute tenere le attività scolastiche della settimana dello sport.

La decisione è stata assunta, da parte del preside, tenendo conto dell’ordinanza del Ministro della salute e del Governatore Zaia che ha sospeso le attività scolastiche a causa dell’emergenza coronavirus, e attenendosi a quanto dichiarato dal Ministro alla pubblica istruzione.

La ministra Azzolini aveva affermato: "Al momento ci sono scuole chiuse in alcune Regioni come misura precauzionale. La situazione è in evoluzione, stiamo valutando tutti gli scenari. Il diritto alla salute in questo momento viene prima di tutto, ma non vogliamo farci trovare impreparati. Stiamo studiando soluzioni per la didattica a distanza. Vogliamo garantire un servizio pubblico essenziale ai nostri studenti".

In seguito al D.L. 23 febbraio 2020 n.6 che prevede la sospensione dei viaggi di istruzione organizzati dalle scuole, l’Istituto comprensivo ha reso inoltre noto come, in base alla normativa vigente, in casi straordinari come quello che si sta vivendo in questi giorni si possa recedere dal contratto dei viaggi ed al rimborso integrale dei pagamenti già effettuati.

"Tenendo conto che è prioritaria la cura della salute di ciascuno e della collettività, - ha concluso il dirigente Sinibaldi - si chiede a tutte le famiglie che hanno già effettuato il versamento delle quote di partecipazione per un viaggio d'istruzione già programmato del proprio figlio/a di rimanere in attesa di ulteriori comunicazioni sui relativi indennizzi".

(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport