Primi due casi di Covid-19 a Cordignano, mercato settimanale sospeso. Il sindaco Biz alla comunità: "Rimanete a casa"

E’ stato il sindaco stesso, Alessandro Biz, ad annunciare ai suoi cittadini che a Cordignano sono stati registrati i primi casi positivi al Covid-19.

Lo ha fatto non solo per informare ma anche per rafforzare l’importanza di mettere in atto tutti i comportamenti atti a ridurre la diffusione del virus. Ad iniziare dal rimanere a casa se non ci sono motivi urgenti o di lavoro per uscire.

Anche il mercato settimanale, che avrebbe dovuto tenersi questa mattina come ogni mercoledì, è stato sospeso a causa dell’emergenza sanitaria.

"Comunico - scrive Biz su Facebook - che due nostri concittadini di Cordignano, che si trovano ricoverati in ospedale, risultano aver contratto il coronavirus. Anche la nostra comunità si ritrova a confrontarsi con una realtà che fino a pochi giorni fa ci pareva ancora lontana. È possibile che il numero dei contagiati nelle prossime ore o nei prossimi giorni possa aumentare".

Da qui il passo è breve nell’invitare i cordignanesi a rispettare in maniera sempre più puntuale e precisa le misure igienico sanitarie previste dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dello scorso 8 marzo.

"In breve tempo - afferma Biz - abbiamo conosciuto sempre più da vicino questa nuova situazione e stiamo imparando come comportarci. Dobbiamo sapere che se manteniamo le giuste distanze interpersonali di almeno un metro, se stiamo attenti alle norme igieniche, ma soprattutto se rimaniamo il più possibile a casa, allora possiamo fermare la diffusione. Da qui al 3 aprile (durata degli attuali provvedimenti governativi) l'inizio di una discesa nel numero dei contagi dipende da ognuno di noi, dipende anche da te".

Un particolare pensiero viene rivolto a chi è provato in questi giorni dal contagio. "Un pensiero di vicinanza - conclude Biz - va a queste persone e ai loro familiari. Il virus nel suo lungo viaggio è ora fra noi. Fino a pochi giorni fa era un timore, oggi è una realtà, presto vogliamo che sia solo un ricordo".

L’Amministrazione comunale di Cordignano era stata tra le prime, appena iniziata l’emergenza, a decidere di permettere l’accesso a pubblico negli uffici comunali solo su appuntamento, al fine di ridurre l’assemblamento di più persone all’interno del palazzo municipale. Misura che continua ad essere in vigore.

(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport