Aggiornamento casi covid a Cordignano: 74 le persone contagiate, 12 i decessi. Biz: "Aumentano i guariti"

Il sindaco di Cordignano Alessandro Biz ha fatto il punto sulla emergenza covid19 per la comunità di Cordignano: 74 sono le persone colpite da coronavirus, dodici delle quali sono decedute.

"L'inizio di maggio ci porta finalmente un po' di ottimismo. Sono sempre più le persone guarite e sempre meno i contagi - esordisce il primo cittadino, che aggiunge - nell'ultima settimana si sono registrati due nuovi casi all'interno di una sfortunata famiglia che già aveva una persona ammalata. In questa fase della pandemia i contagi sono legati a strutture sanitarie oppure all'interno di famiglie con persona positiva. Al di fuori di queste categorie nella nostra realtà non risultano altri contagi recenti. Questo per merito del distanziamento sociale e per avere ben assimilato le norme di comportamento che dobbiamo assolutamente mantenere anche ora che abbiamo una maggiore libertà di spostamento".

"Inoltre la bella stagione che avanza, il caldo, la vita all'aria aperta, il ricambio d'aria negli ambienti interni ora che si possono spalancare le finestre - prosegue Biz - , sono fattori che aiutano. I casi totali registrati dall'inizio dell'epidemia sono 74, di cui 12 deceduti. Attualmente le persone ricoverate sono 8, alcune sono a casa in attesa di rimettersi e la maggior parte sono guarite".

Il sindaco Biz nell’ultimo periodo ha ringraziato pubblicamente L’Ortofrutta Sapori dell’Orto, di piazza Italia, che da alcune settimane sta regalando delle cassette di frutta e di verdura, tramite i servizi sociali comunali, a nuclei familiari che stanno attraversando un momento di difficoltà economica.

Stesso discorso per l’azienda Eurovo di Colle Umberto che ha messo a disposizione gratuita delle confezioni di uovo di propria produzione. La solidarietà sociale l’hanno dimostrata anche l’Associazione Oasi Federico di Cordignano, presieduta da Edi Chech (scomparsa qualche giorno fa), la sezione di Cordignano dei Trevisani nel mondo, guidati da Luigina Meneghin, la Pro Cordignano, tutte e tre i sodalizi hanno devoluto un importante contributo al Comune di Cordignano per sostenere i nuclei familiari in difficoltà.

Infine, il dottor Matteo Davanzo, titolare dell'omonima farmacia a Cordignano, ha donato degli importanti dispositivi medici.

In municipio oltre a una fornitura di guanti e mascherine di tipo chirurgico, sono stati consegnati e messi a disposizione di Prealpi Soccorso, rappresentata dal presidente Marco Caliandro e dal vicepresidente Salvatore Caliandro, un saturimetro e due misuratori di pressione a doppia rilevazione per pressione e tachicardia.

A tutti coloro che a vario titolo hanno generosamente aiutato quanti vivono contesti di fragilità va il ringraziamento del primo cittadino e dell’intera amministrazione comunale.


(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport