Cordignano, il fondo per i comuni di confine arriva. Campagna: "Sono fiducioso, aspettiamo da anni"

Un milione di euro arriverà questa volta per davvero per i comuni di confine, l’Assco, associazione presieduta da Roberto Campagna (nella foto), carica rinnovata lo scorso gennaio. Il decreto è arrivato al parlamento, in commissione, per il parere di competenza e poi tornerà al governo per il bando vero e proprio.

Ci vorrà un po' di tempo ma questa volta non troppo, sempre che per qualche motivo non si cambi qualcosa. Ormai la questione del fondo Letta è reiterata o ogni volta si ricomincia daccapo.

“A seguito delle leggi di stabilità è stato rifinanziato il fondo che aspettiamo da anni - conferma Campagna - e l’iter ha avuto questa volta percorso regolare se non la pausa per coronavirus. Non dovrebbero esserci più problemi, nei prossimi mesi faremo il bando, con ampia possibilità per i comuni per fare investimenti. Parliamo di almeno un milione di euro. Sono compresi i nostri comuni che confinano con Friuli e quelli piemontesi che confinano con la Valle d’Aosta. Noi faremo la dovuta pressione per fare in modo che 53 milioni di euro, tre annualità pregresse, vengano erogati in modo complessivo, il che equivale a un milione oltre per ogni comune. Come comuni siamo pronti a investirli sul territorio e sono fiducioso”.

“Il finanziamento al fondo è sulla base dell'emendamento nella legge di finanziaria 2019 proposto da alcuni senatori della lega tra cui il senatore Paolo Saviane - afferma anche Daniele Dal Mas, consigliere comunale di Fregona annunciando la novità - e un ringraziamento va a quanti come l'onorevole Roger De Menech presidente del Fondo per i Comuni di confine collaboreranno per accelerare l'iter e far si che i fondi arriveranno nelle casse dei Comuni. Sarebbe una bella boccata d'ossigeno per comuni come Sarmede, Fregona e Cordignano”.


(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare

// Storie di Sport