Cordignano e Sarmede, il progetto di formazione online “genitori al centro” per essere vicini alle famiglie

Il progetto di formazione on line sulla piattaforma Zoom, intitolato Genitori al Centro, è stato pensato per essere vicini alle famiglie, che hanno fanciulli dagli 0 ai tre anni perché ci siamo resi conto che si tratta di un periodo molto importante e delicato nella crescita e nell’educazione ed è un tempo in cui i genitori hanno meno supporti”.

Questo il pensiero dell’assessore alla cultura di Cordignano Giada Della Libera, condiviso dal sindaco di Sarmede, Larry Pizzol. “L’idea di proporre questa attività - spiega Giada Della Libera - è la naturale continuazione di quanto avevamo realizzato attraverso la biblioteca civica di Cordignano, con la psicologa Ilaria Baldin, da novembre 2019 a febbraio 20. Abbiamo concluso prima che si manifestasse l’emergenza sanitaria del Covid–19. Una volta terminato l’isolamento è stato deciso, grazie alla disponibilità della stessa psicologa, di riprendere il dialogo con le famiglie già coinvolte, allargando l’offerta ad altre coppie, lavorando in rete con le amministrazioni comunali e le biblioteche di Cordignano, di Sarmede e di Pieve di Soligo”.

“Con i quattro appuntamenti messi in calendario per i giovedì di luglio (dalle 21 alle 22.30) – proseguono Della Libera e Pizzol – pensiamo di poter offrire ai genitori un aiuto nel loro ruolo di educatori dei rispettivi figli. L'obiettivo delle tre amministrazioni comunali è sostenere le famiglie per ripartire insieme soprattutto dopo aver affrontato un momento di confinamento derivato dalla pandemia, in cui i ruoli e le esigenze di ogni componente della famiglia sono stati messi a dura prova. In modo da valorizzare di nuovo le relazioni e la socializzazione”.

Il percorso “Genitori al Centro” sarà condotto da Ilaria Baldin, psicologa, maestra ed educatrice musicale. “Il percorso formativo sarà dialogico - illustra Della Libera -, perché i genitori avranno lo spazio per esprimere le difficoltà e le problematicità vissute durante il lockdown. Potranno confrontarsi fra loro e con l’esperienza di una professionista”.

Giovedì 9 luglio saranno approfonditi i programmi nazionali “Nati per Leggere” e “Nati per la Musica” che promuovono la lettura ad alta voce e l'esperienza musicale fin dalla gravidanza e dai primissimi mesi di vita dei bambini. Sette giorni più tardi sarà possibile riconoscere ed armonizzare i ritmi tra sonno e veglia quali strategie e rituali possono indurre il rilassamento e l’addormentamento sereno nei bambini.

Il 23 luglio si metteranno a fuoco le tappe di sviluppo del bambino, dalla sua esplorazione dell’ambiente alla corretta alimentazione. L’ultimo giovedì 30 sarà dedicato alle strategie per sostenere lo sviluppo psicomotorio e sociolinguistico.

Chi fosse interessato entro il prossimo lunedì 6 luglio deve inviare una e mail a: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it., This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. e This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..

Nel testo vanno indicati i propri dati anagrafici, l’età dei figli e i recapiti e –mail o di un cellulare al quale poter essere ricontattati. Le iscrizioni hanno numero limitato e verranno accolte secondo l’ordine cronologico d’arrivo.

 

(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport