Cordignano, E-state in parrocchia: una decina di eventi variegati, dedicati ai ragazzi di tutte le età

La parrocchia di Cordignano ha organizzato una decina di eventi per i ragazzi dell’età della scuola secondaria di primo grado, dallo scorso 13 al prossimo 31 di luglio. Il parroco don Claudio Carniel e il cappellano don Paolo Salatin hanno programmato “L’E-State con Gesù”, che si articola in una proposta differenziata per interessi e attività: laboratorio e studio, impegno civico ed ecologico, giornate a carattere sportivo e uscite.

Alle tipologie di giornate corrispondono quattro santi, San Francesco, San Filippo Neri, San Benedetto e Santa Marta. Le famiglie hanno ricevuto il programma al momento della adesione e possono iscrivere i loro figli di volta in volta ad ogni singolo evento.

L’attività è resa possibile da un nutrito gruppo di animatori, formato da giovani delle classi della scuola media di secondo grado e che frequentano l’università. Il tutto, naturalmente, realizzato secondo quanto prescritto, in materia anticontagio, dai decreti del presidente del Consiglio dei Ministri e della Regione del Veneto.

kinesiostudio nuovo

Il programma di massima è il seguente: lo studio assistito e i laboratorio in oratorio sono pianificati nei lunedì 13 e 20 con la realizzazione di un murales, lunedì 27 biciclettata; i tornei sportivi erano in calendario per mercoledì 15, mentre nei prossimi martedì 21 c’è il rafting, e venerdì 24 la camminata al Pojat; venerdì 17 sono stati pensati dei lavoretti di manutenzione in oratorio e sul muro del campo da calcetto; la giornata della musica con la scuola di musica Achille Fellet viene proposta per mercoledì 22, con un lavoretto per costruire degli strumenti; la giornata ecologica sarà organizzata giovedì 30; si concluderà nella mattina di venerdì 31 con la caccia al tesoro.

La giornata tipo è strutturata con un iniziale momento accoglienza, caratterizzato dalla presentazione di un aspetto della personalità o della vita di uno dei quattro santi, che andrà poi calata nella particolare esperienza che i ragazzi andranno a vivere quel giorno.

L’E-State è una importante offerta di intrattenimenti e di formazione insieme, riservata ad una delicata fascia d’età. Gli animatori dell’età dai 16 ai 19 anni svolgono un importante impegno nel preparare ogni momento.

I giovani animatori si mettono in gioco - spiega don Paolo Salatin - vivendo un’esperienza di amicizia che li aiuta a riappropriarsi dello spirito di carità, di gratuità, di servizio verso i più piccoli. I ragazzi delle medie possono vivere momenti che sono al tempo stesso educativi, confrontandosi con la vita dei santi, modelli ai quali possono ispirarsi per modulare e interiorizzare motivazioni e valori”.

 

(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: per concessione di Alessandro Biz).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare

// Storie di Sport