Cordignano, a Ponte della Muda una piazza nuova per il paese. Biz: "Momento importante per la comunità"

L’Amministrazione comunale di Cordignano ha incontrato la cittadinanza a Ponte della Muda per presentare il progetto di riqualificazione della piazza della frazione.

Proprio lì, dietro alla chiesa di San Valentino, a pochi metri da dove verrà concretizzato l’intervento, il sindaco Alessandro Biz, l’assessore Carlo Baggio e l’architetto Maria Chiara Fardin, hanno illustrato la storia, il presente e il futuro del centro del paese.

E’ un momento importante per la comunità di Cordignano e in particolare di Ponte - ha detto il primo cittadino, Biz -. Presentiamo il progetto definitivo-esecutivo. Ora siamo pronti per partire”.

E’ giusto - ha affermato l’assessore ai lavori pubblici Carlo Baggio - valorizzare lo spazio di aggregazione di una frazione, garantendo al tempo stesso la sicurezza stradale”.

L’area infatti è caratterizzata dalla presenza della strada provinciale 71 che taglia a metà il centro di Ponte.

Per questo l’architetto Maria Chiara Fardin, che ha realizzato il progetto definitivo esecutivo partendo dal preliminare steso alcuni anni fa dalla collega Daniela Pitton, ha tenuto conto del duplice obiettivo “da un lato - ha espresso Fardin - la messa a norma della viabilità veicolare, della viabilità lenta e pedonale con attenzione ai diversamente abili, dall’altro lato riqualificare il centro del paese, creando uno spazio pubblico fruibile da tutte le utenze”.

kinesiostudio nuovo

La Provincia di Treviso ha dato le proprie linee guida, trattandosi di una provinciale. Ne uscirà un attraversamento pedonale con nuove predisposizioni dal punto di vista illuminotecnico e di segnaletica e con uno spartitraffico centrale. Maggiore sicurezza sarà data anche all’intersezione presente all’estremità della piazza.

Sul lato sud di quest’ultima troveranno posto tredici parcheggi e una grande isola pedonale a semicerchio, oltre al marciapiede che corre parallelo agli esercizi commerciali e che sarà allargato rispetto all’attuale. L’isola pedonale potrà essere usata anche per incontri o momenti aggregativi.

Le entrate saranno a raso in tutti i punti per permettere la fruizione a bici, passeggini e sedie a rotelle. Particolare cura è stata rivolta anche alla scelta dei materiali con il quale verrà predisposto lo spazio pedonale, in modo tale da permettere di rinnovare senza stravolgere l’esistente.

VERSIONE 2 persone ridotto

Molti cittadini hanno fatto presente all’Amministrazione comunale i vari problemi che riguardano la vita della frazione, caratterizzata dall’essere attraversata da una strada statale, la Pontebbana, e da una provinciale, con le conseguenti criticità prima di tutto relative alla sicurezza.

Altri nodi riguardano situazioni di carattere ambientale e di manutenzione del territorio. Da qui la richiesta che la giunta investa ulteriori risorse per dare risposte concrete agli abitanti di Ponte.

Alla serata, molto partecipata, sono intervenuti anche il parroco don Claudio Carniel e l’assessore emerito Bruno Lenisa.

Un particolare ringraziamento da parte del sindaco è andato alla Compagnia teatrale Fiabbeggiando che si è occupata dell’impianto audio e delle proiezioni all’aperto, e della Pro Ponte che ha messo a disposizione le sedie.


(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare

// Storie di Sport