Treviso, nuove infezioni da rientro. Positivi anche quattro ospiti in casa di riposo a Cordignano

Nuovi contagi da rientro: è quanto reso noto dall'azienda sanitaria Ulss2, che ha specificato come si tratti di 13 nuovi casi, secondo gli ultimi dati a disposizione.

Nello specifico, i tamponi hanno rilevato un asintomatico di rientro dalla Romania, un contagiato proveniente dalla Costa Azzurra, tre positivi dall'area balcanica.

Inoltre, hanno contratto il virus due famigliari di un positivo, un contatto di un sudamericano contagiato, un lavoratore del cluster di un'azienda trevigiana, due congiunti macedoni asintomatici a cui é stato fatto il tampone in occasione dell'accesso ospedaliero, oltre a un italiano e a un indiano, entrambi sintomatici.

Al momento i 13 positivi sono trattati in regime di isolamento domiciliare.

Nel frattempo, in una casa di riposo di Cordignano sono emersi quattro nuovi positivi tra gli ospiti, in occasione del consueto screening previsto in tutte le Rsa.

Anche se l'azienda sanitaria ha specificato in diverse occasioni come la situazione non sia al momento paragonabile a quella di qualche mese fa, ciò non toglie che l'invito sia sempre quello di affidarsi al buonsenso e alla prudenza, utilizzando i dispositivi di protezione.

Lo stesso governatore del Veneto Luca Zaia ha reso noto in questi giorni che le infezioni da rientro hanno una percentuale che deve essere comunque tenuta sotto controllo: è fresco di giornata, infatti, il provvedimento che rende obbligatorio il tampone per quanti abbiano soggiornato all'estero, indipendentemente dalla motivazione, nei 14 giorni precedenti.

Purtroppo la pandemia non è ancora conclusa ed è necessario porre attenzione ai propri comportamenti.


(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport