Cornuda, progettazione per il nuovo polo scolastico: contributo statale da 733mila euro

Prosegue la progettazione del nuovo Polo scolastico a Cornuda, che si è aggiudicata un contributo statale da 733mila euro.

È dei giorni scorsi la comunicazione da parte del Ministero dell’Interno dell’assegnazione di un importante finanziamento per la redazione dei progetti relativi al nuovo compendio scolastico che l’amministrazione di Cornuda ha programmato sull’area dell’ex salumificio in via XXX Aprile 1945.

Si tratta del fondo statale per le spese di progettazione definitiva ed esecutiva relative ad interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, di messa in sicurezza ed efficientamento energetico delle scuole, degli edifici pubblici e del patrimonio, nonché per investimenti di messa in sicurezza di strade.

Il Ministero aveva stanziato inizialmente 85 milioni di euro, ai quali poi con il Decreto Agosto ne sono stati aggiunti altri 300 per il 2020 ed il 2021, permettendo così di scorrere la graduatoria.

“Siamo particolarmente soddisfatti - commenta il vicesindaco Enrico Gallina - perché si tratta di una somma davvero rilevante che premia la progettualità dell’Amministrazione comunale in materia di edilizia scolastica".

02d40417 d6cb 47d6 b040 29f47ceb37b0

"Lo avevamo detto in campagna elettorale che risorse di questa entità potevano essere ottenute e ci siamo fatti trovare pronti - prosegue il vicesindaco -. Abbiamo presentato domanda ad inizio anno ed a settembre il governo ha attribuito una prima tranche di risorse. Ora con la seconda quota siamo risultati assegnatari anche noi e dei 59 Comuni trevigiani interessati da quest’ultimo riparto, Cornuda ha ricevuto il contributo più elevato”.

“Con questi fondi - spiega Gallina - possiamo coprire le spese per la progettazione definitiva esecutiva di tutto il nuovo Polo scolastico, sia quella relativa al primo stralcio, già in corso di redazione, che la seconda parte. In questo modo riusciamo a liberare ulteriori risorse da destinare all’esecuzione dei lavori".

"Colgo l’occasione - conclude - anche per comunicare che la progettazione definitiva del primo stralcio è a buon punto e potremo averla a disposizione per il mese di novembre, con l’obiettivo di approvarla entro fine anno e bandire la gara per i lavori nei primi mesi del 2021. Confidiamo che nel giro di un anno il cantiere delle nuove scuole possa essere realtà”.


(Fonte: Serena Corso © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it 

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport