Domani la presentazione del libro di Luisa Antonini dedicato all’afasia, una malattia sempre più diffusa

Che cos’è l’afasia? Quali sono le conseguenze che comporta nelle persone che la vivono tutti i giorni?

Proverà a rispondere a queste e ad altre domande l’evento di domani, venerdì 17 gennaio, che si terrà alle 20.30 nell’auditorium Santo Stefano di Farra di Soligo.

La serata, organizzata dal gruppo culturale “Co-Libri” di Farra di Soligo, presenterà il libro autobiografico “Elsa, il signor no e la zia” di Luisa Antonini.

Scritto di notte con il cellulare, questa storia personale sarà l’occasione per parlare di afasia, difficoltà a esprimersi e a comprendere il linguaggio parlato, a leggere, a scrivere.

Un evento scioccante cambia la vita di Luisa, un‘insegnante di scuola primaria, innamorata della “parola”, della lettura, dei suoi ragazzi, della scuola: un ictus. Luisa non sa più leggere e parla con molta difficoltà; inizia, quindi, un percorso di recupero impegnativo e difficile che richiede tempo e fatica.

L’afasia colpisce ogni anno circa 150 mila persone in Italia ed è in aumento (ogni anno si aggiungono 20 mila nuovi casi) e tocca il 30 per cento delle persone colpite da ictus.

Oltre all’intervista con l’autrice, curata da Stefania Gallana, durante l’incontro ci sarà anche l’intervento della dottoressa Lidia Zanetti, geriatra e specializzata in disturbi della sfera cognitiva. Gli intermezzi musicali saranno a cura di Andrea Pedrotti e le letture di Delia Canova.

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport