Farra di Soligo, sospetto di bocconi avvelenati nella zona di San Gallo: una cagnolina è morta questa mattina

Ancora episodi di violenza gratuita contro gli animali nel Quartier del Piave, questa volta una cagnolina è morta per avvelenamento nella zona di Fontana Cardani, in direzione del colle San Gallo a Soligo.

L'animale è deceduto in modo improvviso mentre era in passeggiata con la padrona.

"Dall'autopsia è risultato che all'interno dello stomaco c'era un contenuto alimentare altamente sospetto di tossicità (veleno)" si legge nel post di denuncia sul gruppo facebook di Farra di Soligo.

"Per questo avvisiamo tutti i proprietari di cani di evitare quella zona e di tenerli al guinzaglio in modo che siano sempre controllati e impossibilitati a mangiare qualsiasi cosa" termina il post.

Una presa di posizione forte che mette in allarme sia i proprietari di cani sia chi valorizza da anni il colle di San Gallo e non può accettare che nel 2020 possano esistere persone così meschine da abbandonare bocconi avvelenati in un luogo molto frequentato.

Purtroppo la zona di San Gallo non è al momento videosorvegliata - fa sapere il sindaco Mattia Perencin -, e non è la prima volta che viene "presa di mira" da una diversa tipologia di malintenzionati. Si tratta di gruppi di persone, principalmente adolescenti, che "banchettano" di frequente nell'area dell'eremo, per poi lasciare sul posto i "resti" dei loro ritrovi pomeridiani o serali.


(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport