Per la giunta del sindaco Mario Collet era ed è uno dei punti focali del mandato amministrativo che si concluderà nel 2019. Stiamo parlando della realizzazione del nuovo depuratore che verrà costruito da Ats (Alto Trevigiano Servizi). L’area scelta (nella foto)  si sviluppa su di 7.500 metri quadrati a ridosso dell’ansa del fiume Soligo e della Sp 4 che in quel tratto disegna una "esse" conosciuta con l’appellativo di "curva di Ligonto".

Per poter cominciare i lavori, Ats deve procedere all’acquisizione dei terreni dai privati. Per permettere l’iter burocratico legato a questa delicata operazione, il consiglio comunale ha adottato all’unanimità una variante ad hoc  del piano degli interventi.

Come illustrato dal primo cittadino, in risposta a domande specifiche emerse durante il dibattito dai gruppi di minoranza, verrà realizzato un piano d’appoggio per rialzare l’area in modo da difendere il depuratore da esondazioni. I lavori, come specificato dal primo cittadino, inizieranno entro la fine del 2018.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: google/maps).
#Qdpnews.it