Ormai ci siamo. Da domani, venerdì 11 maggio fino al 21 di maggio, Follina ospiterà la tradizionale sagra di Pentecoste. L’evento affonda le radici nella notte dei tempi, visto che le prime edizioni risalgano addirittura al tredicesimo secolo e sono legate al commercio della lana.

Organizzata dalla Pro Loco, la manifestazione rievoca il pellegrinaggio alla Madonna dei “Pagot”, popolo dell’Alpago molto legato alla produzione della lana, che soleva recarsi a Follina il giorno dopo Pentecoste. Da qui la tradizione di trasformare il lunedì successivo a Pentecoste come giorno clou della festa.

La lana dunque farà da filo conduttore, con visite guidate al Lanificio Paoletti e tanto di “Osteria del tessitore” all’antica turbina del lanificio. Nei giorni del 19, 20 e 21 maggio, si terrà la quinta edizione della “Via della Lana”, un viaggio sui percorsi di senso legati alla lavorazione della lana.

Non mancheranno momenti di sport e valorizzazione del territorio, come la pedalata fra le colline di Follina e Miane di domenica mattina 13 maggio e la beer-mile, gara podistica ad alto tasso alcolico sulla distanza di un miglio prevista per sabato 19 maggio al pomeriggio, e la camminata organizzata dal gruppo “Le Roe” per il pomeriggio di domenica 20 maggio.

Giornata clou, lunedì 21 maggio, il giorno dopo Pentecoste, con la mini regata ecologica sul fiume Follina, con protagonisti i ragazzi della primaria di Follina e i fuochi d’artificio alle 23. Non mancheranno le specialità culinarie tipiche della Vallata del Soligo. La manifestazione si chiuderà con l’appendice del weekend del 26 e 27 di maggio.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Pro Loco Follina).
#Qdpnews.it