Gran giornata giovedì 9 agosto per Follina, con le telecamere di Rai 3 scatenate in paese a caccia di immagini e luoghi per la gara “Borgo dei Borghi 2019” che andrà in onda a novembre nel programma di Rai 3 "Alle falde del Kilimangiaro".

Il sindaco Mario Collet, oltre ad ostentare orgoglio per questo importante riconoscimento, diretta conseguenza dell’ingresso di Follina nel ristretto club dei “Borghi più belli d’Italia”, a sorpresa si toglie qualche sassolino dalle scarpe.

Il primo cittadino se la prende per alcuni attacchi che a suo dire, per screditare lui, in realtà screditerebbero l’intero paese. In particolarea dar fastidio al sindaco è stato il fatto che, invece di riconoscere la bontà dei lavori di pulizia del torrente Corin, qualcuno abbia ironizzato sui social network sul fatto che coincidano con l’arrivo in paese della troupe di Rai 3.

Altronervo scoperto i cimiteri. Qui Collet accetta la critica sulla presenza di erbacce, anche se l’inefficienza, a suo dire, è imputabile alla ditta a cui è stato affidato l’appalto, più volte richiamata.

Per quanto riguarda i sentieri montani, il cui stato di abbandono era stato evidenziato dal giornalista scrittore e videomaker Giovanni Carraro,secondo Collet la manutenzione affidata alle varie associazioni ormai da 15 anni è in ritardo in questo 2018, a causa delle celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra, che hanno impegnato i volontari, chiamandoli ad un impegno straordinario.

Per il sindaco servono solo “un po’ di pazienza e comprensione, unite all’amore per Follina e come ogni anno, tutto si normalizzerà”.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it