Follina, l'incanto d’acqua, luci e musica segnano la “Notte Romantica nei Borghi più belli d’Italia”

Quella di ieri è stata una serata indimenticabile per Follina. Lo spunto è arrivato dall’ edizione 2019 della Notte Romantica nei Borghi più belli d’Italia, che si è svolta in contemporanea in moltissimi Borghi dell’Associazione con una affluenza a livello nazionale di 1 milione di visitatori.

Il coraggio dei volontari di Visit Follina, supportati dall’amministrazione comunale, è stato premiato, con il cielo che si è magicamente votato al sereno dopo una giornata piovosa ed uggiosa. Tante coppie e tante famiglie, venute da tutto il Veneto ma anche dall’estero, vista la presenza del sindaco e di una delegazione dei cittadini di Wipfeld, il comune tedesco del land della Baviera gemellato con Follina.




Per molti la serata è iniziata con una visita ad uno dei monumenti monastici più ben conservati d’Italia, quell’Abbazia di Santa Maria o di Sanavalle come la chiamavano un tempo, luogo romantico per eccellenza, con l’antico chiostro scelto da moltissime coppie come sfondo alla foto simbolo del loro matrimonio.

La formula scelta dagli organizzatori follinesi come per le passate edizioni è quella dello “Street food”, uno dei modi più semplici per conoscere un territorio attraverso il suo cibo di strada e i suoi prodotti tipici, proposti dalle abili mani di osterie e ristoranti rinomati come Bistrot Al Milani ,Osteria Al Portego, Osteria Ca’ Dei Loff, Ristorante Le Macine, Ristorante La Corte e Ristorante Locanda San Martino.

Va sottolineato che per l’edizione 2019, a livello nazionale, il dessert “Pensiero d’Amore”, dedicato all’evento, è stato realizzato dallo chef stellato Donato Episcopo del ristorante La Corte di Follina. L’ingresso nel ristretto club de “I borghi più Belli d’Italia", si sta rivelando vincente per Follina, come spiegato dal vice sindaco Luca Zanta, con numeri che premiano il borgo, anche grazie a serate come quella di ieri.

Ma il vero colpo da maestro Massimo Paier presidente di Visit Follina lo ha riservato alla fine. Dopo l’aria e il fuoco protagonisti delle passate edizioni, a farla da padrona ieri sera è stata l’acqua. Uno spettacolo di fontane danzanti, zampilli che danzavano su musiche classiche e moderne. Un’esplosione di luci e giochi d’acqua, con suggestive scenografie e indimenticabili atmosfere, create da Dominici’s.

In pratica una tastiera abilmente azionata a tempo di musica con i tasti neri e bianchi abbinati ai zampilli d’acqua e alle luci, hanno stupito e ammaliato una piazza gremita. Del resto, come affermato dal sindaco Mario Collet, quale luogo migliore di un comune che scelto come slogan “Follina, dove l’acqua diventa musica” per ospitare uno spettacolo di fontane d’acqua danzanti a suon di musica? 





(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.