Effetto Unesco? 20 milioni di euro da un fondo del Qatar per rilevare l’Hotel Villa Abbazia di Follina

Sarà l’effetto Unesco, sarà la bellezza dei luoghi e l’escalation del prosecco, fatto sta che la notizia ha del clamoroso. Un fondo del Qatar del quale non è dato al momento sapere il nome, ha offerto la ragguardevole somma di 20 milioni di euro alla famiglia Zanon per rilevare il prestigioso “Relais & Chateaux Hotel Villa Abbazia”.

L’Hotel sorge all’interno di un complesso settecentesco nel centro storico di Follina ed è diventato negli anni emblema dell’ospitalità raffinata della Marca Trevigiana. A confermarlo è la stessa proprietà con una precisazione per niente banale: l’offerta non è stata nemmeno presa in considerazione.

follina antica abbazia
A spiegare il perché è Giovanni Zanon, che con le sorelle gestisce il prestigioso hotel: “La tentazione è forte, ma abbiamo fatto una promessa alla mamma, colei che ci ha permesso di essere dove siamo. Questo Hotel era il suo sogno, pertanto non si vende”. Citando Susanna Tamaro in questo caso potremmo dire “va dove ti porta il cuore” e sicuramente la scelta della famiglia Zanon va in questo senso.

La motivazione che ha spinto i "qatarioti" a formulare la faraonica offerta, sarebbe dettata dalla volontà di investire in un territorio divenuto Unesco. Del resto se un territorio è cresciuto così tanto da divenire Patrimonio dell’Umanità è normale che crei degli appetiti.

È un po’ romantico ma bello sperare che lo stesso territorio continui ad essere gestito dalle persone che con tanti sacrifici lo hanno fatto diventare così prestigioso e la decisone della famiglia Zanon va sicuramente in questo senso.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.