Fregona, l'Uncem si attiva per le zone senza copertura telefonica: "Il Cansiglio la zona più scoperta"

“Manca la percezione politica, economica e sociale del problema della mancata copertura delle reti telefoniche nelle zone di montagna e disagiate”. Non ha avuto peli sulla lingua Marco Bussone, il presidente di Uncem, l'Unione nazionale dei comuni, comunità ed enti montani,  ieri sera a Fregona nella sede dell'associazione San Giorgio di Osigo, insieme al presidente del Veneto Ennio Vigne per analizzare sfide e problematiche dell’emergenza divario digitale, che rischia di compromettere la tenuta sociale ed economica del territorio.

"Abbiamo accolto positivamente - ha detto Bussone - nelle scorse settimane, l'interesse di Parlamentari per la nostra mappatura volta a individuare le zone del Paese nelle quali non vi è copertura di segnale per la telefonia mobile. Ma le risposte del Ministero dello sviluppo economico sono state tali da dimostrare come non vi sia la percezione del problema legato alla attuale necessità, almeno per quattro milioni di italiani, di inseguire il segnale mobile per telefonare o inviare messaggi. Lasciano soli i sindaci”. 

“Nella riposta ad una interrogazione parlamentare non si dice ad esempio, - ha affermato Bussone - che siamo il Paese con il più basso limite di emissioni elettromagnetiche. E questo inficia la copertura nelle aree rurali e montane”. L’Uncem chiede ad AgCom, con la selva di soggetti nati istituzionali nazionali per la digitalizzazione del Paese, di fare una attenta riflessione insieme. E di lavorare per spingere le compagnie a investire, nonché a individuare risorse comunitarie o sulla legge di bilancio 2020, per telefonia mobile e non solo, per dotare di nuovi ripetitori le aree interne e montane”.

Nella serata è emerso che il Cansiglio è una delle zone nella regione che presenta il maggior numero di chilometri quadrati scoperti dal servizio di telefonia, considerando l'Alpago.

Nelle prossime settimane comunque è previsto l'avvio dei lavori per l'impianto di telefonia della Wind alle Fratte nella zona industriale, che serve a garantire il servizio nella zona.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: per concessione di Daniele Dal Mas).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.