Fregona, nuovo regolamento e comitato per il gemellaggio, approvato il bilancio: un milione per la scuola primaria

Un comitato e un nuovo regolamento per l'istituzione del nuovo comitato della promozione della cultura (Biblioteca) e del Gemellaggio, a sostituire i due comitati abrogati. Dopo alcuni mesi di preparazione a cura dell’assessore Andrea Falsarella è stato approvato con voto a maggioranza nell’ultimo consiglio comunale.

“Era bene fare un regolamento per un comitato autonomo sulla falsariga di quello di quello del vicino comune di  Sarmede per la promozione di eventi culturali e turistici e la realizzazione di iniziative atte a mantenere e sviluppare le relazioni con le città gemelle. Obiettivo è far conoscere ed apprezzare le ricchezze del territorio con la promozione del turismo e delle nostre attrazioni - spiega l’assessore -.  È stato proposto dunque un regolamento e un comitato che possano rapidamente fare delle scelte, svincolati dalla parte politica, anche se ovviamente l’assessore di reparto deve essere garante perché si devono gestire soldi pubblici”.

Secondo il regolamento il comitato deve essere apolitico, tuttavia maggioranza e opposizione nominano i loro rappresentanti, meglio se fuori dall’agone politico. Sette per la maggioranza, tre per la minoranza: “Infatti noi abbiamo nominativi del mondo della cultura e della scuola, fuori del consiglio comunale”, assicura Falsarella.

Tuttavia per l’opposizione e anche per il consigliere di maggioranza Daniele Dal Mas che ha votato contro il regolamento “Sarebbe un controsenso. Lo stesso assessore che fa parte della giunta è poi il presidente del comitato che  riceve i soldi e questo potrebbe far sorgere dubbi dal punto di vista giuridico”. Ma il tutto, assicura l'assessore Falsarella, è regolare per gli organi di controllo amministrativo.

Ovviamente approvati sempre con voti contrari di minoranza e Dal Mas il consuntivo e il progetto proposto di adeguamento sismico delle scuole elementari da un milione di euro per la scuola elementare.

Per l’opposizione eccessiva la cifra alla quale è stata aggiunta pure una somma destinata al raggiungimento di Cadolten delle condotte idriche, che era stato cavallo di battaglia delle passate amministrazioni.

“Capisco tutto, ma non c’è alcun sperpero in questo - ha detto il sindaco Chies -, secondo noi è più importante la sicurezza degli alunni e di una scuola, rispetto ad un tubo dell’acqua a servizio di qualche decina di casere, e per il quale nemmeno tutti i proprietari sono d’accordo”.

“Però ora - insorge Dal Mas - intervengano per venire incontro alle richieste di malghe e della cooperativa solidarietà. La montagna necessita anche di un bacino di raccolta delle acque funzionale anche in caso di incendi ma non sono mai stato ascoltato eppure sono stato il secondo più votato e - minaccia - ora dicano chiaramente se mi vogliono fuori dalla maggioranza o meno”.

 

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport