Godega, allarme furti: Paola Guzzo invita alla cittadinanza attiva per arginare l'emergenza

I ladri continuano a colpire, fra Cordignano, Orsago e Godega di Sant’Urbano. Qui, qualche giorno fa, in quattro colpi messi a segno in abitazioni in via Dante, in via Vittorio Veneto, in via D’Azeglio e in via Piasentin sono stati rubati denaro e preziosi per oltre 10 mila euro.

Il sindaco Paola Guzzo ha raccontato che i malintenzionati hanno compiuto dei raid nel capoluogo, a Pianzano e a Bibano. Come sta accadendo nei comuni limitrofi, fra l’altro a Pinidello di Cordignano sembra sia sparita una seconda macchina.

"È un accanimento che preoccupa, - ha sottolineato il primo cittadino - ed è un fenomeno esteso. Sono raid massici da parte dei malviventi. Questa situazione fa crescere la paura fra i cittadini perché si sentono violati nella loro intimità, nelle loro sicurezza dentro le mura domestiche". Anche Paola Guzzo, come il suo collega di Orsago Fabio Collot, rimarca che oltre al danno materiale ed economico ci sono quelli di carattere psicologico.

"Ci dispiace - ha proseguito - e ci mettiamo nei loro panni. Esprimo la mia vicinanza a tutti coloro che hanno vista violata la propria dimora e la propria sicurezza, oltre al disagio non indifferente della violazione della propria privacy e ciò che questo comporta. Va detto che le forze di Polizia, i Carabinieri, gli agenti di Polizia Locale stanno facendo tutto il possibile per garantire la nostra sicurezza".

Cosa fare?

"Essere cittadinanza attiva! - dichiara il sindaco - Collaborare con le forze dell’ordine, i Carabinieri di Godega o di Conegliano, gli agenti della Polizia locale, la Polizia di Stato. Non esitate a chiamare anche me. Segnalate tutto quanto possa apparire strano, situazioni, persone sospette, alle autorità di pubblica sicurezza. Può capitare che fra le segnalazioni ve ne siano di non utili, ma ce ne possono essere anche delle altre che possono rivelarsi d’aiuto per intercettare e o arrestare i ladri, o ancora per far interrompere una azione criminosa".

"Concordo con il sindaco Fabio Collot che sia importante far incontrare i cittadini con le forze dell’ordine. Anch’io sto valutando questa possibilità. Voglio anche ricordare che lo scorso mese di ottobre agenti della Polizia Postale hanno parlato ai ragazzi della scuola media sul corretto uso del web e dei social. Si tratta di una attività che si ripete di anno in anno, pianificata con la dirigenza scolastica dell’Istituto Comprensivo di San Fior ed i docenti della scuola secondaria di primo grado, nell’ambito delle attività che ampliano il piano dell’offerta formativa volte anche a prevenire il cyberbullismo".

Incontri di tale tipo sono stati finora realizzati anche all’Ic di Cordignano ed hanno interessato alunni delle primarie e delle secondarie di primo grado di Cordignano e di Orsago.

 

(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: Archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.