Godega, "in famiglia educate i giovani ai valori degli alpini", l'invito del capogruppo Ana Christian Diana

“In ogni famiglia si educhino i ragazzi e i giovani ai valori degli alpini” è il cuore della relazione morale esposta dal capogruppo Ana Bibano-Godega, Christian Diana, rivolgendosi a circa un centinaio di Penne nere riunite lo scorso venerdì 10 gennaio 2020, nella sede degli alpini di Bibano, in via Marconi, per l’assemblea annuale.

All'incontro hanno partecipato il sindaco Paola Guzzo, i delegati sezionali, il vice presidente sezionale Lorenzo Battistuzzi.

Il capo gruppo ha esortato tutti i soci e i gli “amici”, (202 i primi, 48 i secondi), a riproporre nei rispettivi nuclei familiari i valori che costituiscono il patrimonio delle Penne nere in congedo, tra cui la solidarietà, la gratuità, la presenza in aiuto di quanti sono nel bisogno e nelle difficoltà senza mai chiedere nulla in cambio.

Perché ripartire dalle famiglie e dai giovani è la via per poter consentire il rinnovamento generazionale del gruppo e più in generale dei gruppi Ana. "È necessario avvicinare i giovani in ogni occasione - ha puntualizzato Christian Diana - per far comprendere loro che i nomi incisi sui monumenti e sulle lapidi sono persone, sono i nostri nonni, i nostri genitori, che hanno dato la loro vita, l’hanno sacrificata per la libertà".

d7903f65 d4be 4511 a387 bf7977137104


"La nostra presenza nel mondo della scuola - ha aggiunto -, con l’accompagnare i bambini e i ragazzi sui luoghi della Grande Guerra - è il collaborare in chiave didattica a far apprendere loro delle conoscenze e dei valori, con l’auspicio che il seme possa poi germogliare grazie alla vita fra le mura domestiche".

Il gruppo Ana di Bibano e Godega per il periodo natalizio ha diffuso un foglio informativo “Do righe dai Alpini” fra i soci e nel paese. In esso ha riassunto tutte le attività realizzate nel 2019 e ha anticipato alcune date del 2020.

Diana nel corso dell’assemblea ha dato per letto tale strumento di comunicazione ripercorrendolo e focalizzando, fra gli altri, alcuni passaggi: ha ricordato gli alpini che sono “andati avanti” e i loro familiari; ha evidenziato che quanto è stato portato a termine è stato possibile grazie al lavoro di squadra, di tutti i consiglieri; ha annotato che una maestra nel parlare ai suoi bambini ha voluto sottolineare come gli alpini siano sempre disponibili e cordiali con chi ne ha bisogno, ma cosa ancor più importante è che essi lo fanno senza mai pretendere nulla in cambio, il valore della “Gratuità”; ha posto l’accento sul pensiero comune manifestato sia dal sindaco Paola Guzzo che dal parroco don Celestino Mattiuz in occasione della consegna dei fondi raccolti per la scuola dell’infanzia di Bibano: la “Presenza” degli alpini, la dote di esserci sempre dove ci sia bisogno del loro aiuto e della loro solidarietà.

Paola Guzzo, nell’assemblea annuale dell’Ana, ha ringraziato il gruppo per quanto gli alpini fanno sia affiancando l’azione dei pubblici amministratori, che per l’intera comunità, nonché per i valori che essi incarnano.

 

(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: per concessione di Christian Diana).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.