Conegliano, inaugurate apparecchiature e locali ristrutturati alla Nostra Famiglia: circa 9.600 i bambini assistiti in Veneto

Si è svolta questa mattina nella sede de La Nostra Famiglia di Conegliano l'inaugurazione del nuovo elettroencelografo ad alta densità donato dal Rotary Club di Conegliano all'unità operativa di epilessia e nurofisiologia clinica dell'ospedale cittadino, della cucina accessibile e del laboratorio di psicomotricità conferiti rispettivamente dal gruppo alpini e dal Lions Club e dei nuovi locali ristrutturati.

 

Hanno portato i saluti il sindaco di Conegliano Fabio Chies, che ha sottolineato l’importanza della presenza de La Nostra Famiglia nel territorio per tutto ciò che sta svolgendo. Dopo il saluto del vicepresidente della Provincia Maurizio Bonotto, ha preso la parola il consigliere regionale Sonia Brescacin, la quale ha evidenziato come la Regione abbia un dialogo aperto con tutte le realtà del territorio, delle presenze importanti perché umanizzano il servizio e lo rendono a misura di cittadino.

 

Successivamente, Manuela Nascimben, direttore di Polo de La Nostra Famiglia, ha posto in evidenza quanto la solidarietà dia solidità al tessuto sociale, rendendolo più forte e capace di nuove sfide. Erano presenti anche i presidenti e rappresentanti di Banca della Marca, del gruppo alpini e dei club Rotary e Lions.

 

 

La presidente dell'ente Luisa Minoli ha invece presentato il bilancio di missione per rendere trasparente l’attività de La Nostra Famiglia: nelle 28 sedi dell’associazione – distribuite in 6 Regioni italiane – lavorano ogni giorno 2.485 operatori affiancati da 330 volontari. Grazie al loro impegno, nel 2016 La Nostra Famiglia ha assistito nei propri centri di riabilitazione oltre 35 mila bambini e giovani. Nel Veneto l'ente è presente in 8 sedi, per un totale di 594 operatori che assistono 9.600 bambini e ragazzi, di cui 8.000 in regime extraospedaliero e 1.614 presso il polo "Eugenio Medea”, dove il 20% è proveniente da altre regioni.

 

Risulta intensa anche l’attività formativa: per quanto riguarda l’istruzione dei ragazzi con disabilità, sono 127 i bambini che frequentano le scuole interne ai centri e 68 gli studenti del centro di formazione professionale di Conegliano, mentre risulta attiva anche un’offerta di alta formazione superiore rivolta ai futuri operatori sanitari con i corsi di laurea in fisioterapia e terapia occupazionale, in convenzione con l’Università degli Studi di Padova e la Regione Veneto.

 

(Fonte: La Nostra Famiglia).

(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).

#Qdpnews.it

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.
Maggiori informazioni Accetto