Un convegno sul turismo religioso, domani il primo appuntamento del nuovo istituto diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”

Si terrà a Pieve di Soligo, nell’auditorium Battistella-Moccia di Pieve di Soligo, il primo convegno interdiocesano sul turismo religioso. L’appuntamento di domani, venerdì 7 aprile (dalle 14.45 alle 18), segna l’avvio ufficiale delle attività del nuovo istituto diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”, presentato la scorsa settimana al collegio Balbi Valier della città pievigina.

Il convegno “Turismo religioso. Cultura promozione e sviluppo per le nostre comunità: le diocesi di Vittorio Veneto e Belluno-Feltre in dialogo con la società, l’economia e le istituzioni”, sarà un momento di studio, riflessione e confronto che si propone di mettere in evidenza l’importanza e le potenzialità di questo settore nell’azione ecclesiale e per la comunità civile del territorio.

Il “Beato Toniolo. Le vie dei Santi” e il Comitato turismo religioso interdiocesano – che da tempo hanno avviato un concreto lavoro in sinergia per formazione, arte, cultura e scuole su questi temi fra Chiese vicine – sono i promotori dell’iniziativa, che si avvale della collaborazione delle due diocesi e del Centro Papa Luciani, del patrocinio dell’Ufficio Cei nazionale per la pastorale del tempo libero, cultura e sport e del contributo del Comune di Pieve di Soligo.

Pieve di Soligo Beato Toniolo Vie dei Santi

I lavori pomeridiani di venerdì saranno articolati in tre sessioni principali. Dapprima ci saranno i saluti istituzionali del sindaco Stefano Soldan, dell’arciprete monsignor Giuseppe Nadal e del delegato vescovile don Brunone De Toffol, e l’introduzione di Marco Zabotti, direttore scientifico dell’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”. A seguire, il vescovo vittoriese Corrado Pizziolo e quello bellunese Renato Marangoni, il docente Iulm Maurizio Boiocchi, direttore nazionale osservatorio sul turismo religioso, e l’incaricato triveneto beni culturali e edilizia don Gianmatteo Caputo saranno i protagonisti della prima fase su “Azione pastorale e turismo religioso: scenari, temi e opportunità”.

La seconda sessione su “Identità religiosa, cultura e bellezza: l’incontro fra diocesi, il racconto di un’esperienza” vedrà l’intervento di Cristina Falsarella, Ivana Faramondi e Andrea Bona – rispettivamente presidente, vice presidente e componente del Comitato Turismo Religioso - e don Raimondo Sinibaldi, della diocesi di Vicenza, ideatore e animatore del progetto “Romea Strata”.

Infine, la terza parte su “Il turismo religioso in rete con i soggetti economici e associativi e le istituzioni del territorio” prevede il contributo di vari rappresentanti delle due province, esponenti di realtà economiche, consortili, associative e istituzionali: Gabriella Faoro, Roberto Fava, Giovanni Follador, Luciano Fregonese, Michele Genovese, Innocente Nardi Paola Pagotto. Seguirà l’intervento di Federico Caner, assessore regionale al turismo, programmazione e fondi europei, e le conclusioni.

Al termine della giornata, nel giorno 7 dedicato ogni mese alla memoria del Beato Giuseppe Toniolo, sarà celebrata la messa nel duomo in onore del grande economista e sociologo cattolico, presieduta dal vicario generale della diocesi, monsignor Martino Zagonel

Ora l’organismo di governo è al completo, e può iniziare ufficialmente la sua attività. Infatti, nella prima seduta della commissione scientifica del neonato Istituto diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”, svoltasi martedì 4 aprile nella sede presso il Collegio vescovile "Balbi Valier" di Pieve di Soligo, si è proceduto alla votazione dei componenti elettivi del consiglio direttivo, in numero di tre, su proposta congiunta del presidente Diego Grando e del direttore scientifico e vice presidente Marco Zabotti. Per acclamazione sono stati eletti don Luigino Zago, (cancelliere vescovile e assistente unitario dell’Azione Cattolica diocesana), Daniela Pastore Parcianello (vice presidente del consiglio pastorale parrocchiale di Oderzo, corista e consigliere dell’Istituto musicale Opitergium) e Piero De Faveri (componente dei consigli pastorale e per gli affari economici della parrocchia di Soligo, vice presidente della Cantina cooperativa Colli del Soligo).

Il consiglio direttivo del nuovo Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi” è quindi composto dal presidente Diego Grando, dal direttore scientifico e vice presidente Marco Zabotti (entrambi nominati dal vescovo Corrado Pizziolo); dall’arciprete della parrocchia di Pieve, monsignor Giuseppe Nadal, e dal presidente dell’ente ecclesiastico Balbi Valier, Stefano Zanin (di diritto) e dai tre eletti dalla Commissione Scientifica, organismo di rappresentanza e d’indirizzo del nuovo Istituto Diocesano, don Zago, Pastore Parcianello e De Faveri.

(Fonte:Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport