Compleanno record: Rina Altoè spegne 108 candeline, oggi la festa. La figlia Velda: merito del carattere

Tarzo Rina AltoeGrande festa, oggi pomeriggio, alla casa di riposo "Padre Pio" di Tarzo, dove una delle ospiti, Rina Altoè (nelle foto),  ha spento 108 candeline. Un traguardo invidiabile, festeggiato in compagnia della famiglia. Ex filandiera, la signora può vantare di essere la donna più longeva nata nella Marca Trevigiana.

Tempra d’acciaio, lavoro duro, la capacità di non perdere mai l’ottimismo sono solo alcuni dei suoi segreti. "Ancora oggi, nonostante l'avanzare dell'età, non ha perso il carattere forte che l'ha sempre contraddistinta", racconta la figlia Velda Piccin. Rina ha sempre lavorato tanto, recandosi verso Col Visentin per la raccolta del fieno, per la quale percorreva un sentiero in salita lungo 1.500 metri portando con sé tutto il necessario per vivere fuori casa due settimane.

"Aveva una campagna e ricorda ancora molto bene quel periodo", testimonia la figlia. Nata il 16 dicembre 1908 da una grande famiglia di contadini e con numerosi fratelli, la "nonnina di Marca" ha lavorato per dieci anni nelle filande San Giacomo di Veglia, per poi sposarsi nel 1932 con Natale Piccin e trasferirsi nella vicina San Floriano. Dal matrimonio sono nati Lidia, Mario, Velda e Ana. Da cinque anni risiede nella casa di riposo di via Bellavista. Alla signora tutti gli auguri da parte della comunità e della famiglia ... allargata: "I più sentiti auguri da parte di tutti, compresi gli otto nipoti e i nove pronipoti", ricorda la figlia.

Tarzo Rina Altoe 1


L’elisir di lunga vita ? Carattere forte, un grande amore per la famiglia e un po’ di ironia per continuare a volersi bene nonostante il passare degli anni. "Senza il suo carattere non sarebbe mai arrivata a tagliare un traguardo simile. Non lo dico io, ma i responsabili della struttura dove è ospite", sottolinea Velda. Una curiosità: ad ogni anno che passa la signora ama ridursi un po’ l’età e alla vigilia del suo ultimo compleanno a chi le chiedeva quanti anni avesse, ha risposto sessanta.  "E' serena e sa ancora bene quello che vuole", aggiunge la figlia. Ripercorrere la sua vita è appassionante come leggere un libro di storia: quando è nata il Papa era il trevigiano Pio X, mentre aveva solo un anno quando Guglielmo Marconi ottenne il Premio Nobel per la fisica.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione del Gruppo Korian a Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern