Cansiglio Bus de la LumCentinaia di volantini per onorare le vittime infoibate nel "Bus de la Lum" (Buco della luce), sull'altopiano del Cansiglio, a seguito dell'ennesima distruzione della targa commemorativa. L’iniziativa è di CasaPound Italia Veneto, che ha affisso dei volantini, riportanti il testo della targa commemorativa, nei Comuni limitrofi la foiba.

In memoria dei 3.463 militari e civili uccisi dai partigiani della "Nannetti":  questo è il testo della targa rimossa dalla propria sede nei pressi della foiba – spiega Cpi in una nota - ed è proprio questo il contenuto del volantino affisso nei Comuni a cavallo tra le province di Belluno, Pordenone e Treviso.

Se la rimozione della targa costituisce un ennesimo tentativo di oscurare la memoria delle esecuzioni sommarie effettuate dai partigiani al Bus de la Lum, i militanti di CasaPound Italia hanno voluto farla riemergere, riproducendo centinaia di volte quel testo e portandolo direttamente nei centri abitati, tra la persone.

"Lo avevamo garantito – dichiara il direttivo locale di Cpi– e così è stato: abbiamo ricordato a tutti gli abitanti della zona ciò che realmente accadde durante la Seconda Guerra Mondiale in Cansiglio. C'è chi nega la realtà dei fatti e per farlo se la prende vigliaccamente con i mort, ma noi a tali bassezze non siamo abituati. Al contrario, abbiamo preferito sensibilizzare le coscienze dei vivi, facendo informazione tra la popolazione”.

(Fonte: Lucio Dal Molin © Qdpnews.it).
(Foto: CasaPound Italia - Veneto).

#Qdpnews.it