Renato Milanese, reduce della seconda guerra mondiale, compie 100 anni: i complimenti dalla comunità di Mareno

Una festa di compleanno particolare per il più longevo cittadino di Mareno di Piave, Renato Milanese (nella foto), che oggi, mercoledì 25 marzo, festeggia il raggiungimento dei suoi 100 anni.

Nato nel vicino comune di Vazzola, rimane uno dei pochi reduci della seconda guerra mondiale: poco più che maggiorenne, infatti, lasciò la sua terra e il suo lavoro nei campi per arruolarsi nell’esercito italiano, finendo a combattere nel continente africano.

La sua avventura attraversò tutte le fasi della guerra d’Egitto, ma Renato le passò come prigioniero delle truppe alleate: catturato al Cairo, il giovane venne portato ad Alessandria, dove tuttavia testimonia momenti di prigionia non troppo tristi, trascorsi a cucinare e a fare la spesa per gli ufficiali.

Tornato a Vazzola nel 1945, subito dopo la guerra, tutto il paese lo accolse con un grande applauso, che il reduce ancora ricorda con emozione.

Tornando alla sua professione tra i campi, dopo qualche anno, conosce la sua futura moglie: nel 1954 sposò Renata, che accetta di continuare con lui un’attività fatta di fatiche agricole: grazie la gestione di una stalla, la gente del paese si affeziona a lui e alla produzione del latte delle sue mucche.

Agli auguri dei suoi familiari si sono aggiunti anche quelli del primo cittadino Gianpietro Cattai e dell’intera amministrazione comunale: “Mi ha fatto particolarmente piacere fare gli auguri al signor Renato anche se, visto il periodo, solo telefonicamente. L'ho sentito davvero in forma e felice per il ragguardevole traguardo raggiunto. Ora Mareno ha di nuovo un centenario tra i suoi cittadini”.

Un traguardo, quello di Renato, festeggiato in casa, ma con l’affetto di tutto il paese: “In questo periodo difficile - afferma il neocentenario - ho capito che non posso uscire di casa e che non posso vedere nessuno. Certo, sono felice perché quest’ anno compivo 100 anni, ma aspetto che questo periodo finisca per festeggiare anche i 101”.


(Fonte: Simone Masetto © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di Renato Milanese).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport