Il gruppo Admo di Mareno promuove la sensibilizzazione coinvolgendo le scuole con il progetto "Il tipo giusto"

  • Mareno di Piave
  • - 22 Gennaio 2020

Per il terzo anno consecutivo, l’associazione donatori midollo osseo (Admo) con sede a Mareno di Piave, ha incontrato gli studenti dell’istituto “Da Collo” di Conegliano per sensibilizzarli sul tema della donazione del midollo osseo, incentivando l’iscrizione al Registro Italiano dei Donatori di Midollo Osseo (Ibmdr).

Una collaborazione consolidata con il dirigente e i professori dell’Istituto che hanno accolto il messaggio della campagna “Il tipo giusto” (questo il nome scelto da Admo per il proprio progetto) fra gli studenti maggiorenni.

“Per noi la sensibilizzazione nelle scuole è molto importante, - spiega la referente di Admo per la provincia di Treviso Roberta Bozzetto, - perché è proprio in questi luoghi che si trovano il maggior numero di giovani e sono proprio loro ad essere chiamati a donare, visto che hanno una cellalurità molto alta e quindi una maggior compatibilità con le persone in attesa di trapianto.”

“Nel nostro percorso ospedaliero abbiamo incontrato bambini e adulti che non hanno trovato un donatore compatibile poiché questi non era iscritto nel Registro dei Donatori” continua la referente, raccontando la storia di sua figlia salvata grazie al trapianto di midollo osseo da un donatore non familiare - “Ci impegniamo in questa missione di informare quanti più giovani possibile per dare speranza di vita a chi attende il dono della vita".

“Grazie all’impegno di tutti i volontari Admo attivi nella provincia di Treviso,- conclude - nel 2019 abbiamo visto concretizzarsi questa speranza, in quanto due dei nostri soci iscritti sono giunti alla donazione effettiva salvando la vita ad altrettante persone”.

Come ricorda l’associazione, i donatori devono avere un'età compresa tra i 18 e i 35 anni, un peso superiore ai 50 kg ed essere in buona salute. Qualora intraprendano il percorso per diventare donatori, verranno sottoposti a un semplice prelievo di sangue venoso e a un colloquio con il medico, per poi essere ricontattati in caso di compatibilità.

Un appuntamento non solo rivolto alla scuola turistica ma a anche ad altre scuole del coneglianese. Il prossimo appuntamento sarà a Marzo al liceo Marconi.


(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Admo Mareno di Piave).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Mareno di Piave, rapina ieri pomeriggio alla tabaccheria: titolare minacciata con un taglierino

  • Mareno di Piave
  • - 17 Gennaio 2020

Rapina ieri, verso le 17, alla tabaccheria "Fior di Tabacco" di via Conti Agosti a Mareno di Piave, dove un uomo ha minacciato la titolare con un taglierino rubando l'incasso e dandosi alla fuga.

Il rapinatore ha aspettato il momento giusto, ovvero che l'ultimo cliente uscisse dal negozio, per poi avere la strada spianata e compiere il reato.

Stando a quanto descritto dalla vittima, l'uomo avrebbe agitato a volto scoperto.

La donna, dopo la fuga del malvivente, ha chiamato la Polizia. Sul posto, in breve tempo, sono giunte le volanti del Commissariato di Conegliano, procedendo con i rilievi del caso e la verifica delle telecamere di videosorveglianza degli edifici limitrofi.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

Mareno, 400 mila euro per il primo stralcio della nuova ciclopedonale che collega il centro a Santa Maria del Piave

  • Mareno di Piave
  • - 10 Gennaio 2020

Sono iniziati martedi 7 gennaio 2020 a Mareno di Piave i lavori per la realizzazione della pista ciclopedonale che punta a collegare il centro del capoluogo comunale con la frazione di Santa Maria del Piave.

"Sono particolarmente contento per l'inizio dei lavori - afferma il primo cittadino Gianpietro Cattai - per questo primo stralcio dell'ambizioso progetto di collegare con pista ciclo pedonale anche la frazione di Santa Maria del Piave al centro di Mareno”

Dopo la fine dei lavori nel mese scorso da parte di Piave servizi per la sostituzione della condotta idrica sono iniziati i lavori per l'intervento e contestualmente anche la realizzazione di un importante parcheggio situato di fronte alla scuola materna San Pio X visto che quello già esistente, privato della scuola, non è più sufficiente.

lavori mareno2

Il costo della prima parte dei lavori è di 400 mila euro. Il comune però ha ottenuto dei finanziamenti di 200 mila euro da parte della Regione e 100 mila euro dal consorzio Bim Piave.

“L'attuale stralcio di lavori - conclude il sindaco - prevede un tratto di pista su via Pio X dall'incrocio con via San Lorenzo e Via San Marco e la realizzazione del parcheggio per la scuola materna. Abbiamo anche già affidato l'incarico per la progettazione definitiva ed esecutiva del secondo stralcio da via San Marco alla rotonda con via Distrettuale.”

I lavori per la realizzazione dell’opera, che non creeranno disagi al traffico, si concluderanno nell’estate del 2020.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Mareno di Piave, arrivano i fondi per le scuole materne paritarie del comune, contributi alle associazioni sportive

  • Mareno di Piave
  • - 14 Gennaio 2020

E' stato deliberato dalla giunta comunale di Mareno di Piave lo stanziamento dei fondi per due scuole materne paritarie del Comune e per le diverse associazioni sportive e volontarie presenti nel territorio.

Le scuole beneficiarie dei contributi sono le materna "San Giuseppe" di Ramera e "San Pio X" del capoluogo, dove sono in corso anche i lavori per il nuovo parcheggio (qui l’articolo).

Come si può leggere dal verbale di deliberazione i fondi arrivano dopo la richiesta delle parrocchie di Ramera e di Mareno di Piave di ricevere un contributo al fine di contenere le difficoltà finanziarie e di provvedere alla gestione ordinaria delle scuole materne presenti sul territorio del Comune.

Richiesta che è stata accolta all’unanimità dalla giunta comunale e anche grazie a dei fondi stanziati dal ministero ha elargito 116mila euro per le due scuole. 

"Le due scuole materne paritarie - ha affermato il sindaco Giampietro Cattai -, svolgono un'opera straordinaria, un servizio di alta qualità che si inserisce a pieno titolo nel sistema nazionale dell'istruzione. Continuiamo pertanto convintamente a sostenerne, anche economicamente, l'instancabile operato a beneficio delle famiglie marenesi. In particolare quelle con figli piccoli".

E' stata anche decisa l'erogazione di altri 25 mila euro a favore delle associazioni sportive e di volontariato del territorio. Un importo, questo, che va ad aggiungersi ad altri 120 mila euro che il Comune ogni anno versa per la gestione degli impianti sportivi e degli immobili comunali che sono affidati alle associazioni.

"Anche quest’anno - conclude il primo cittadino di Mareno - siamo riusciti a garantire un importante sostegno economico diretto alle associazioni comunali. Questi contributi, che si vanno ad aggiungere a quelli erogati per la gestione degli impianti sportivi e ai costi di gestione degli immobili comunali dati in uso alle associazioni, vogliono rappresentare un supporto concreto al mondo del volontariato associativo davvero molto presente e vivace a Mareno".

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Mareno di Piave, sciopero riuscito alla Ali Group, non rinnovati gli ultimi contratti a termine, lavoratori preoccupati

  • Mareno di Piave
  • - 13 Dicembre 2019

Adesione totale oggi alla seconda giornata di sciopero di due ore a fine turno proclamato dalle Rsu e dalle Organizzazioni sindacali Fim Cisl e Fiom Cgil alla Mareno Ali Group di Mareno di Piave (Tv), uno dei principali leader globali nel mercato dell’ospitalità e della ristorazione professionale.

Dopo il successo della mobilitazione di mercoledì 11 dicembre, con oltre il 90% dei 200 lavoratori che si sono astenuti dal lavoro, anche nella giornata odierna, venerdì 13, l’adesione è stata altissima. I dipendenti protestano contro un atteggiamento aziendale definito “poco chiaro e trasparente”.

“Non c’è chiarezza - spiegano Alessio Lovisotto della Fim Cisl e Claudia Gava della Fiom - su obiettivi, strategie aziendali e organizzazione del lavoro nell’ambito della produzione tecnica. Inoltre va evidenziato che vi è una scarsa chiarezza nei rapporti con le imprese consociate: la Mareno ha da poco investito 6 milioni di euro in una nuova officina per la produzione di semilavorati destinati anche ad altri marchi del gruppo, ma recentemente ci è stato comunicato che d’ora in poi questi marchi produrranno in proprio questi pezzi. C’è una incoerenza di fondo nelle strategie aziendali”.

“L’alta percentuale di adesione allo sciopero - proseguono Lovisotto e Gava - conferma la difficoltà che stanno vivendo i lavoratori nell’interpretare i messaggi lanciati dall’azienda. I dipendenti hanno sempre dimostrato la massima disponibilità nei confronti della direzione aziendale, ma oggi vengono accusati di non voler impegnarsi, e questo non è accettabile. In particolare, restando piena tale disponibilità, il calendario ferie ricevuto tardivamente a ridosso del Natale non ha consentito ai lavoratori di programmare serenamente il periodo festivo con le proprie famiglie ed è il segnale evidente di una carenza organizzativa, oltre che di relazioni industriali - precisano i sindacalisti -. A ciò va aggiunto che recentemente non sono stati rinnovati 9 contratti a termine, altra decisione fonte di profonda preoccupazione. Non escludiamo ulteriori iniziative sindacali per la prossima settimana”.

(Fonte: Segreterie Fim-Fiom-Uilm).
(Foto: per gentile concessione)
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.