Ruspa in fiamme a Premaor, la posizione del consigliere regionale Zanoni in difesa dei residenti

Si susseguono di ora in ora le prese di posizione sul nuovo vigneto di Premaor, anche alla luce della decisione del Tar di non accettare la sospensione e del successivo rogo che ha distrutto una macchina per il movimento terra a ridosso del vigneto.

Questo il comunicato del consigliere regionale Andrea Zanoni del partito democratico che pubblichiamo integralmente:

L’incendio che ha distrutto la miniruspa a Premaor è un fatto grave, ma lo è altrettanto gettare accuse infamanti a mezzo social nei confronti dei componenti delle famiglie che non volevano il vigneto, trattate come terroristi. Ancora non sappiamo se le fiamme sono dolose o accidentali eppure ci sono rappresentanti istituzionali che si lasciano andare a dichiarazioni inaccettabili per il ruolo che ricoprono. Esprimo la massima solidarietà alle famiglie finite sul banco degli imputati senza neanche sapere il perché, invitandole a denunciare i responsabili - commenta Zanoni che poi prosegue - Trovo singolare che si metta in relazione l’episodio con la recente ordinanza del Tar che non ha accolto la sospensiva ma, soprattutto, trovo incredibile che esponenti del Parlamento, come l’onorevole Colmellere, cantino vittoria facendo addirittura confusione tra ordinanza e sentenza. Quella che conta è la sentenza che ancora non c’è e potrebbe anche essere favorevole ai residenti, accogliendo il loro ricorso. L’unico fatto certo - evidenzia Zanoni - è la distruzione di un bosco su autorizzazioni regionali e comunali, nella ‘Core Zone’ dell’Area Unesco delle Colline del Prosecco, per far posto a un vigneto. Autorizzazioni, poi impugnate al Tar dai residenti che perciò si stanno difendendo sul piano legale e nel massimo rispetto delle leggi e delle procedure, anche con la finalità della tutela dell’ambiente, patrimonio di tutti noi. Trovo semmai scandaloso che in Veneto i cittadini debbano rivolgersi ai giudici regionali per difendersi da quelle istituzioni che invece dovrebbero tutelarli”.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnewes.it).
(Foto: Archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport