Truffati dalle banche, chiesta la proroga per le domande di contributo regionale alle azioni legali

Non si ferma neppure in questo momento d’emergenza la lotta del Coordinamento associazioni Banche Popolari Venete “don Enrico Torta” per la tutela dei risparmiatori truffati.

Alcuni risparmiatori hanno conferito mandato per citare in giudizio le società di revisione, chiedendo il contributo regionale. La pratica di contributo scade a metà aprile, ma per procedere sono necessari i nuovi mandati firmati da ogni risparmiatore.

“Abbiamo esposto il problema alla Regione del Veneto - sottolinea il presidente del Coordinamento, Andrea Arman (nella foto) -, che cofinanzia l'iniziativa giudiziale, ed in queste ore stiamo inoltrando, a questa, la richiesta di proroga del termine per la rendicontazione dell'attività svolta. Stante la situazione e la disponibilità dimostrata dalla Regione non ci dovrebbero essere problemi all'accoglimento della richiesta".

"Informiamo che tutta la documentazione per fare la causa (atto di citazione ed allegati) - prosegue Arman - è stata completata dallo studio dell'avvocato Fadalti ma, a causa dell'epidemia in corso, non è possibile incontrare i risparmiatori per farli sottoscrivere il mandato. Concludendo: siamo pronti e non appena passato il coronavirus saranno convocati per sottoscrivere il mandato e subito dopo inizieranno le cause civili”.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Facebook - Andrea Arman).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport