Montebelluna, giostrine vietate nelle aree verdi in attesa dell’imminente sanificazione

Da ieri pomeriggio, a Montebelluna, sono interdette le aree giochi all’accesso da parte dei bambini.

Con il recente Dpcm del 24 ottobre scorso, l’accesso alle aree giochi per bambini è vincolato al rispetto di una serie di misure tra cui l’obbligo di garantire una approfondita pulizia delle aree e delle attrezzature, preferibilmente giornaliera o con una frequenza adeguata rispetto all’intensità di utilizzo.

L’amministrazione comunale, in attesa di individuare la ditta esterna che si occuperà della sanificazione, ha disposto l’interdizione all’uso delle giostrine nelle 21 aree verdi pubbliche attrezzate.

“Abbiamo già attivato le procedure - spiega il vicesindaco, Elzo Severin - per individuare una ditta esterna che se ne occuperà mentre, nel frattempo, pur restando aperte le arre verdi, non sarà possibile utilizzare le giostrine. Una volta valutati i costi della sanificazione giornaliera, decideremo quali aree giochi riaprire prediligendo gli spazi più frequentati. Ricordo comunque che, ad oggi, l’accesso alle aree verdi, è consentito a tutti nel rispetto del distanziamento sociale e con l’obbligo di indossare la mascherina per chi supera i 6 anni”.


(Fonte: Flavio Giuliano © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Montebelluna).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport