Remo Sernagiotto sta lottando tra la vita e la morte, in prognosi riservata all’Unità coronarica del Ca' Foncello

Remo Sernagiotto, 65 anni, è ricoverato in prognosi riservata all’unità di terapia intensiva coronarica all’ospedale Cà Foncello di Treviso. L’imprenditore e politico montebellunese è stato colto da un grave arresto cardiaco ieri, lunedì 23 novembre, ed è stato ricoverato in condizioni disperate nell’ospedale del capoluogo.

Un malore che ha avuto forti ripercussioni sul sistema cerebrale, ora sta lottando tra la vita e la morte. Ultimamente era stato sottoposto anche a un intervento per migliorare la circolazione sanguigna.

Era titolare dell’omonima azienda di pneumatici sulla Feltrina, anche se la politica è stata la sua essenza di vita. Dopo un’iniziale attività nella Democrazia Cristiana, Sernagiotto entra in Consiglio comunale a Montebelluna nel 1998 e diviene capogruppo di Forza Italia, carica che detiene fino al 2002.

20160510 EP 036274A GEN 148 RESIZED M

Con una rapida ascesa, nel 2000 viene eletto anche in Consiglio regionale, poi rieletto nel 2005 divenendo presidente del gruppo regionale di Forza Italia e, nel 2008, presidente della Prima commissione consiliare. Nel 2010 la terza elezione in Regione, nominato assessore alle Politiche sociali dal presidente Luca Zaia. Ma, nel 2014, viene eletto (con 21.889 preferenze) al Parlamento europeo e lascia l’incarico regionale.

Nel 2015 lascia Forza Italia, dopo aver aderito al Ppe, per entrare nei Conservatori e Riformisti di Raffaele Fitto. Sernagiotto riprova la scalata al Parlamento europeo nel 2019, nella lista di Fratelli d’Italia, ma non viene eletto.

“Mi dispiace moltissimo per le sue condizioni di salute - dice Antonio Romeo, assessore alle politiche sociali del Comune di Montebelluna - Abbiamo condiviso 15 anni in Forza Italia, Remo ha dato tantissimo alla politica. Un uomo che non passava inosservato, che ha sempre ricercato, anche in Consiglio regionale scelte politiche originali. Cercava sempre il meglio, molto disponibile con gli amici e anche con la gente comune. Un autodidatta nel modo più nobile dei termini”.

 

(Fonte: Flavio Giuliano © Qdpnews.it).
(Foto: Parlamento europeo).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport