Caerano: spente cento candeline, il record di due anziane festeggiato in famiglia con gli auguri del sindaco

Sebbene l’Italia sia uno dei Pesi più “anziani”, pochi sono ancora gli italiani, per la gran parte donne, che riescono a raggiungere la fantomatica soglia dei 100 anni. Tra queste, due donne del trevigiano: Italia Roma Poloni, da Caerano, e Rita Rizzardo, residente per lungo tempo a Volpago del Montello.

Entrambe nacquero nel periodo caratterizzato dalle proteste socialiste del primo dopoguerra - la prima l’8 febbraio del 1920, la seconda l’11 -, vissero la seconda guerra mondiale, poi il boom economico, la guerra fredda, il '68, gli anni di piombo e l'avvento del digitale: i loro occhi custodiscono ancora le immagini di un secolo densissimo di trasformazioni sociali, economiche e politiche.

Ed è così che i familiari e i parenti hanno deciso di festeggiarle con dolci, baci e palloncini, come testimoniano anche le foto pubblicate nei social.

In particolare Rita - nonna della moglie del sindaco di Caerano Gianni Precoma e ora residente nella casa di Riposo Guizzo Marseille di Selva del Montello - è stata sorpresa dalla visita non solo del sindaco, ma anche dal vicesindaco di Volpago del Montello, Renato Povellato, che le ha consegnato una targa ricordo.

Rita

Oltre al sindaco e al vicesindaco, erano presenti Bon Antonio e Girotto Eugenio, come rappresentanti della Cisl di Volpago.

“Rita Rizzardo è nata a Merlengo, terza di 10 fratelli, 3 maschi e 7 femmine, 2 delle quali vivono in Canada”, ha spiegato il sindaco Precoma.

“Si è sposata nel 1941 con Giovanni Fiorotto ed hanno avuto 3 figli: Luigino, Luciana e Abelino. Oggi ha 9 nipoti e 10 pronipoti. Ha condotto una vita semplice, sempre impegnata nel lavoro e dedita alla famiglia. Con sacrificio, lei e il marito hanno costruito negli anni ‘50 la loro casa a Volpago del Montello, che hanno però lasciato per lunghi periodi a causa del lavoro di lui, che ha lavorato prima in Puglia, poi Basilicata, e poi ancora in Sicilia e in Sardegna. Nel 1991, però, Rita ha perso il marito in un tragico incidente”.

Da allora la donna è rimasta vedova e ha vissuto quasi altri 30 anni, conquistandosi il podio per la longevità, insieme a Italia Roma Poloni.


(Fonte: Sara Surian © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione del sindaco Precoma e Web).
#Qdpnews.it


 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport