Montebelluna: segnalazioni sul degrado di alcune aree, il controllo di vicinato anche sul decoro cittadino

A Montebelluna, proliferano le segnalazioni sullo stato di degrado di alcune aree di proprietà perlopiù comunale. A esporsi in prima persona è Emiliano Guerra, referente del gruppo "controllo di vicinato”, col quale, da anni, si fa carico di segnalare eventuali zone poco decorose, ostacoli vegetali di intralcio al transito di persone o di mezzi di trasporto, segnaletica stradale manomessa e rifiuti abbandonati.

Questa volta ad essere nel mirino è l’area che circonda il Palamazzalovo, in particolare una siepe situata nel lato ovest di quest'ultimo e il parcheggio Sansovino, ove si trova una piccola buca dovuta allo spostamento di un cubo di calcestruzzo.

Ma anche un paletto pericoloso lungo via San Gaetano, alcuni arbusti da rimuovere in via Monteverdi, una panchina distrutta in via Berto, un cartello da riposizionare sul sentiero pedonale di via Maso, due cartelli stradali buttati dentro il canale Brentella e, in ultima istanza, un cartello illeggibile della fermata Mom, sempre nei pressi del Palamazzalovo.

“Anni fa, come testimoniano alcuni articoli di giornale, l’amministrazione minacciava i proprietari di tagliare le siepi perché erano d’ostacolo alla viabilità - dichiara Emiliano Guerra, che poi incalza - ora le siepi che debordano sono di proprietà comunale…allora chiedo all’amministrazione di adottare lo stesso metro e di porvi rimedio”.

(Fonte: Sara Surian © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di Emiliano Guerra).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport