Crocetta: presentato il calendario 2020 dedicato ai personaggi importanti del territorio, un omaggio alle famiglie

Ieri sera, presso la sede della Soms, società operaia di mutuo soccorso, si è tenuta la presentazione del calendario 2020 voluto dall’Amministrazione comunale di Crocetta del Montello e consegnato a tutte le famiglie residenti.

E’ un omaggio ormai divenuto consuetudine ma che in quest’occasione è stato dedicato a tutti i personaggi che hanno lasciato il segno nel territorio: ecco dunque l’occasione per scandire il nuovo anno scoprendo e approfondendo alcune tra le più famose personalità che hanno contribuito a migliorare e dato lustro a Crocetta.

Le loro opere hanno lasciato tracce indelebili, e nonostante alcuni tra loro siano poco conosciuti, è doveroso ricordare come nel proprio tempo abbiano agito con autorevolezza e competenza. La serata è stata allietata dalle spiegazioni puntuali e minuziose di Tiziano Biasi, presidente della Soms, che ha offerto una carrellata mese per mese.

Gennaio è stato dedicato alla Famiglia Sandi, originari dalla Lombardia, trasferitisi poi in laguna dove iniziò la loro fortuna. Come consuetudine del tempo, la famiglia nobiliare si dotò di una residenza di campagna proprio a Crocetta, costruendo così l’attuale villa, con annesso oratorio dei SS. Vettore e Corona.

Febbraio vede la storia di Giovan Battista Marcato, oculato investitore a Nogarè di Crocetta, il quale ha operato in vari settori commerciali, soprattutto quello delle granaglie; marzo invece è dedicato a Giobatta Dall’Armi, ingegnere idraulica con alta competenza dimostrata presso il vecchio Consorzio Brentella.

Lodovico Boschieri è il personaggio di aprile, profondo garibaldino è divenuto Sindaco di Cornuda nel 1896 e si fece promotore del distacco delle frazioni di Ciano e Nogarè, costituendo così il Comune autonomo di Crocetta Trevigiana che resse fino al 1909. A lui è intitolata la Soms.

Nel mese di maggio si può scoprire la vita di Don Antonio Foscarini, parroco a Ciano, si occupò della ricostruzione della chiesa e il campanile dopo le rovine della Grande Guerra; giugno è di Andrea Antonini, di cui è possibile capire l’importanza delle sue gesta: fondatore del Canapificio Veneto, attività di lavorazione della canapa, con ben 2800 addetti nel 1908, ha ricevuto anche il riconoscimento di Cavaliere del Lavoro.

Luglio è di Don Luigi Rostirolla, parroco a Nogarè, diede forte impulso alla comunità religiosa e promosse la costruzione dell’asilo parrocchiale; agosto approfondisce Don Pietro Bergamo, promotore della nascita della chiesa di Crocetta mentre settembre è dedicato alla figura di Gino Rossi, pittore, artista a tutto tondo, finito purtroppo in disgrazia e realmente valorizzato solo dopo la sua morte avvenuta nel 1947.

Alberto Ancilotto è su ottobre, conte proprietario della filanda e della villa che prendono il suo nome, si è occupato soprattutto di fotografia, divenendo un’artista riconosciuto a livello mondiale con un documentario candidato all’Oscar.

L’unica donna ricordata è Lea Antonia Garizzo, pittrice di successo soprattutto su temi religiosi; chiude il calendario Franco Sartori, nato a Crocetta e divenuto professore universitario di storia greca e romana a Padova.

Presidente della Soms nel 1948, divenne cittadino onorario di Crocetta nel 1994. Soddisfazione da parte dell’Amministrazione, nella figura dell’Assessore alla Cultura Giancarlo Fritz che ha dichiarato: “Ricordare è importante proprio perché la memoria non vada perduta”.

(Fonte: Ylenia Bigolin © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport